rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

L'omicidio di Chirignago, insulti e minacce a cascata all'assassino: "Avrai quello che meriti"

Il profilo di Stefano Perale nei giorni scorsi è stato intasato da messaggi a tinte molto forti, in alcuni casi anche fuori luogo. C'è anche chi continua a non capacitarsi del suo gesto efferato

L'unica cosa che chiedono i familiari è un po' di tranquillità, la possibilità di vivere il proprio dolore, per un figlio che sembrava "modello", ma che in realtà si è trasformato in un feroce assassino. I genitori hanno rilasciato solo poche parole nella giornata di lunedì, dopo l'incontro con il proprio avvocato, ma non si spegne certo l'eco del brutale omicidio di Biagio Junior Buonomo e Anastasia Shakurova da parte del 50enne Stefano Perale. Semmai si amplia, dopo la conferma che la 31enne russa e l'ingegnere napoletano stavano aspettando un bambino. Un figlio per mettere un altro tassello al proprio futuro.

Insulti a cascata. Sono quelli sui social network, indirizzati all'omicida. Se su gruppi e pagine facebook si discute dell'efferato gesto, sotto il profilo personale dell'uomo gli insulti non si sprecano, e in più di una circostanza si è giunti anche alle minacce di morte. Parole forti: "Avrai quello che ti meriti", "che il rimorso ti distrugga" sono solo quelle più "soft", perché c'è chi non si è sprecato e, con ogni probabilità, ha ecceduto, superando il limite.

Ma c'è anche chi non riesci ancora a capacitarci di come quell'uomo, insegnante coinvolgente, abbia potuto rendersi protagonista di un simile gesto. Inconcepibile. Un docente ben voluto da tutti, dagli alunni e anche dai colleghi, che ne ricordano il sorriso e la passione. Che quella fosse soltanto un'immagine di facciata o la sua vera identità macchiata da un tremendo episodio, è impossibile stabilirlo. Quel che rimane ora, in tutta questa triste faccenda, sono tre vite spezzate, che non torneranno indietro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio di Chirignago, insulti e minacce a cascata all'assassino: "Avrai quello che meriti"

VeneziaToday è in caricamento