menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

È la prima bambina nata in Veneto nel 2018, la piccola Stella è ambasciatrice di pace

La cerimonia si è tenuta lunedì a Ca' Farsetti. Presenti esponenti del Comune e della Regione: orgogliosi i genitori della piccola, che ora sarà messaggera per un mondo migliore

Stella Crescini, la prima bambina nata in Veneto nel 2018, accompagnata dai genitori Stéphanie Sciolti e Jacopo Crescini è stata nominata lunedì mattina a Ca' Farsetti “Piccola Ambasciatrice di Pace” dalla Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo-Padova (Wfwp). La cerimonia, presieduta dalla presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, ha visto la partecipazione dell'assessore regionale Cristiano Corazzari, del responsabile delle sale parto dell'Ospedale all'Angelo, Gianluca Cerri, della presidente Wfwp, Flora Grassivaro, e del presidente della sede veneta Ffpmu, Federazione delle Famiglie per la Pace Mondiale e l’Unificazione, Angelo Chirulli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dobbiamo ripartire dalla purezza dei bambini"

“Sono molto felice di accogliere nel nostro Comune una cerimonia tanto simbolica quanto ricca di significato – ha sottolineato la presidente Damiano - Questo evento mi riporta alla mente la presentazione in Senato della scorsa settimana del progetto “501 disegni a sei mani” dell’associazione Venezia pesce di pace che ha coinvolto 1.500 bambini italiani, tunisini, marocchini e texani, che, seppur distanti, hanno raccontato l'amicizia e la pace attraverso i propri disegni a dimostrazione di come la pace e l'integrità di ogni società civile camminino sulla strada della condivisione, della conoscenza, del dialogo e del rispetto reciproco. La nomina di Stella ritengo abbia lo stesso significato profondo. Ripartiamo dai bambini, dalla loro innocenza, dalla loro purezza e spensieratezza per uno slancio positivo verso il futuro andando ad abbattere quei pesanti muri dell’intolleranza, della violenza e del non rispetto delle persone. E’ nostro dovere lasciare alle future generazioni un mondo sano, ricco di valori ed opportunità e posso dire che questa amministrazione si sta impegnando moltissimo in questo senso”.

"Protagonista di un mondo migliore"

Nel portare i saluti della Regione, l'assessore Corazzari ha invece letto un messaggio che il presidente Luca Zaia ha voluto lasciare alla piccola Stella e ai suoi genitori: “Per te si apre un cammino tutto da costruire per diventare protagonista di un mondo migliore, in cui siano rispettati la dignità della persona e i diritti umani, partendo proprio dalla salvaguardia dei più piccoli e indifesi. Ogni tua azione futura sia dunque ispirata a quei valori di pace, di fratellanza e di uguaglianza, di convivenza civile che tutti portiamo dentro di noi, ma che spesso non riusciamo o non vogliamo esprimere”.

I doni

Alla piccola, nata all'ospedale all'Angelo il primo gennaio 2018 quattro minuti dopo la mezzanotte, sono stati donati una medaglietta in oro raffigurante l’albero della vita, come augurio di pace e prosperità, delle scarpette per un lungo cammino, il leone marciano da parte della Regione del Veneto, la bandiera e la Costituzione della Repubblica italiana dal Comune di Venezia. Pacifica, come il ruolo che le è stato conferito, Stella ha riposato per tutta la cerimonia tra le braccia della mamma, orgogliosa di aver dato alla luce una bimba che, con l'aiuto della famiglia, delle istituzioni e della scuola, dovrà divulgare alle generazioni future un messaggio così importante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento