menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop a Ztl e parcheggi meno cari: questi i piani della giunta Brugnaro

Mestre: l'assessore alla mobilità Boraso è stato incaricato dal sindaco di studiare un piano per mantenere le promesse fatte in campagna elettorale.

La volontà di rispettare le promesse fatte in campagna elettorale. Come riporta il Gazzettino, sebbene le casse comunali siano vuote, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha incaricato l'assessore alla mobilità ed i suoi collaboratori di elaborare un piano che ridurrà le Ztl e i parcheggi a pagamento a Mestre. Il progetto sarà portato avanti in due fasi successive, ma permetterà di ridurre del 90% le zone a traffico limitato, eliminando anche molti parcheggi "blu".

Sulla questione è intervenuto proprio l'assessore Renato Boraso, che ha spiegato come la prossima settimana definirà i dettagli della copertura finanziaria con l'assessore al bilancio, per partire con l'operazione in tempi molto rapidi. I soldi per attuare questa riforma proverranno dall'aumento dell'8-9% della Ztl bus, con una rimodulazione delle tariffe limitate solo al Tronchetto. Con questo intervento, ha spiegato l'assessore, sarà possibile abbassare fino ad 80 centesimi le tariffe orarie per i posteggi in città, reintroducendo anche la fascia oraria gratuita tra le 13 e le 15. Il sabato, invece, si parcheggerà gratis.

Capitolo Ztl. Boraso ha spiegato che sarà provata in via sperimentale la sospensione del 90% delle aree "limitate", con i soli tratti di via Olivi e via Brenta Vecchia a rimanere chiusi. Si tratta di un tentativo, come ha spiegato l'assessore, per facilitare gli enormi problemi di accessibilità della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento