menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esemplare salvato

L'esemplare salvato

Le peripezie di un povero storione, resta intrappolato in un aspiratore

Il massiccio esemplare di una specie in via d'estinzione è stato salvato dagli agenti della polizia provinciale. È stato poi liberato nel fiume Adige

Gli agenti della polizia provinciale sono intervenuti per la cattura e successiva liberazione di un esemplare di storione cobice adulto, finito accidentalmente nelle acque di derivazione del fiume Adige, in un particolare sifone che preleva l’acqua per le irrigazioni, in località Revoltante nel comune di Cavarzere. L’intervento è avvenuto a seguito della segnalazione di un cittadino della zona.

Le operazioni di cattura e recupero del pesce si sono svolte utilizzando un guadino in dotazione alla pattuglia, e chiudendo momentaneamente la saracinesca del sifone per permettere l’abbassamento del livello dell’acqua. Lo storione è stato velocemente analizzato, e quindi liberato nelle acque del fiume. I risultati delle analisi hanno permesso di verificare che al pesce, lungo circa 120 centimetri dal muso alla pinna caudale, e del peso di circa 8 chili, non era stato inserito alcun microchip; presentava una ferita dovuta probabilmente al suo passaggio all’interno del tubo che preleva le acque dal fiume.

L’assessore alla polizia provinciale e alla Pesca Giuseppe Canali ha dichiarato: “Queste catture ci permettono di monitorare le migrazioni di questi esemplari e mostrano come i ripopolamenti della Provincia di Venezia stiano avendo un esito decisamente positivo. In caso di cattura di storioni, una specie a rischio estinzione, si raccomanda di darne immediata segnalazione al Corpo di Polizia Provinciale al numero verde 800 128580”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento