rotate-mobile
Cronaca San Marco / Piazza San Marco

Espulso da Verona, "riappare" in piazza San Marco: arrestato

Uno straniero rimpatriato coattivamente nel 2012 è stato "pizzicato" da una pattuglia della polizia nel centro storico. Con lui un 23enne senza documenti

Ancora controlli lungo le calli e i campielli del centro storico lagunare, dove martedì una pattuglia del commissariato “San Marco” ha fermato e identificato una coppia di stranieri sospetti, scoprendo poi che uno dei due era presente in Italia nonostante una passata espulsione.

IN PIAZZA – Gli agenti in abiti civili hanno sorpreso i due individui proprio in piazza San Marco, e, dato l'atteggiamento equivoco che sembravano tenere, hanno subito fatto scattare il controllo: entrambi sono risultati di origine kosovara, uno di 31 anni e l'altro 23enne, quest'ultimo sprovvisto di un documento d'identità valido. Un successivo controllo al terminale interforze del ministero dell’Interno ha permesso di scoprire che il 31enne era stato coattivamente rimpatriato verso il suo paese d’origine dallo scalo aeroportuale di Verona nel gennaio del 2012, dopo una permanenza nel Cie di Gradisca d’Isonzo e non avrebbe potuto rientrare sul territorio italiano prima della fine di agosto del 2017. Condotti entrambi al vicino commissariato di San Lorenzo, il 31enne è stato arrestato per il reto di immigrazione clandestina (a seguito dell’espulsione dal territorio italiano) e trattenuto nelle camere di sicurezza della questura di Venezia. Il 23enne, invece, è stato denunciato in stato di libertà perché senza documenti, diversamente da quanto prevede la normativa nazionale sui cittadini stranieri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso da Verona, "riappare" in piazza San Marco: arrestato

VeneziaToday è in caricamento