menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al casinò coi documenti falsi fermato 60enne ricercato ad Aosta

La vigilanza della casa da gioco di Ca' Noghera aveva notato i diversi alias dello straniero e ha deciso di allertare il 113. La Volante giunta sul posto ha subito fatto chiarezza

Entrava e usciva dal casinò di Ca' Noghera in continuazione, ma ogni volta si presentava con un nome falso, cosa che non ha mancato, ad un certo punto, di insospettire la vigilanza della casa da gioco di Tessera; del fatto si è quindi occupata la polizia, che è riuscita così ad individuare un uomo ricercato ad Aosta.

L'episodio si è verificato nella tarda serata di Ferragosto, intorno alle 23.15: è stato allora che la sala operativa del 113 ha ricevuto la segnalazione del servizio di sicurezza del casinò. Le guardie private raccontavano di aver controllato le registrazioni dalla sala monitor e di aver notato come uno dei clienti utilizzasse ad ogni ingresso diverse generalità. Una Volante ha quindi raggiunto via Paliaga e ha fermato il giocatore, chiedendogli i documenti: l'uomo si è presentato come un cittadino ungherese di 60 anni e ha consegnato agli agenti un documento contraffatto. Data e luogo di nascita corrispondevano, ma i controlli dei poliziotti hanno evidenziato che il nome era invece fasullo e che l'uomo era in realtà destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Aosta per un anno e sei mesi. Il 60enne è stato quindi fermato per ulteriori controlli e deferito per uso di atto falso e sostituzione di persona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento