menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz notturno davanti alla sede di Fratelli d'Italia: "San Donà è antifascista" FOTO

Lo striscione è stato apposto all'esterno della sede di via Ancilotto della città del Piave. Il capolista Serena: "Se andremo al governo i covi di estrema sinistra andranno chiusi"

"L’ennesimo gesto intimidatorio in una campagna elettorale che, nel nostro territorio come in tutta Italia, sta lasciando poco spazio alla democrazia per colpa dei violenti". Commenta così il candidato alla Camera per Fratelli d'Italia, Stefano Serena, il blitz della notte tra giovedì e venerdì nei confronti della sede sandonatese del partito. Secondo il rappresentante veneto del partito si sarebbe trattato di un gesto intimidatorio: "Noi andiamo avanti per la nostra strada senza timore, forti del sostegno dei concittadini che ci stanno già esprimendo massima solidarietà", continua Serena, capolista di Fratelli d'Italia a Venezia.

Prima c'erano stati i manifesti strappati

Dopo i manifesti strappati a San Donà di Piave e a Portogruaro, gesti per i quali Fratelli d’Italia ha già sporto denuncia contro ignoti alle forze dell’ordine, nella notte fra giovedì e venerdì, all'esterno della sede di via Ancilotto della città del Piave inaugurata solo giovedì scorso, è stato posizionato uno striscione con scritto "San Donà antifascista", firmata CSA. La scritta è stata affissa all'esterno della sede, sulla vetrata rivolta verso la galleria pubblica. 

"Gesto vigliacco"

"Come capolista di Fratelli d’Italia alla Camera esprimo massima solidarietà al circolo di San Donà – prosegue Stefano Serena –. Un vile atto intimidatorio di violenti che non rispettano la democrazia e le regole del vivere civile. Questi vigliacchi gesti, compiuti di notte e non alla luce del sole, rafforzano il nostro impegno e le nostre idee. Quando andremo al governo, uno dei primi punti sarà affrontare con decisione il problema dei covi di estrema sinistra dove si annidano odio e disprezzo per le istituzioni, dove si pratica violenza contro l’avversario politico. Questi covi vanno chiusi". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento