Cronaca San Marco / Piazza San Marco

"Liberi dalle droghe, liberi dalle mafie": il messaggio vola alto sul Campanile

Da stasera fino a mercoledì prossimo un maxistriscione campeggerà a San Marco per sensibilizzare i giovani a lasciar perdere gli stupefacenti. Uguale iniziativa su altri 13 monumenti

"Liberi da tutte le droghe, liberi da tutte le mafie. Chi compra droga finanzia le mafie, le loro violenze e il terrorismo". Sono questi gli slogan lanciati dal dipartimento Politiche antidroga, la cui delega è affidata al ministro per la Cooperazione internazionale e l'Integrazione, Andrea Riccardi, e che appariranno sui principali monumenti di quattordici città italiane in occasione della Giornata mondiale contro il consumo e il traffico di droga. E anche Venezia sarà della partita. Un enorme striscione farà capolino sul "paron", il campanile di San Marco, per sensibilizzare l'opinione pubblica in merito a una piaga che anche in terra lagunare ha fatto vittime e rovinato vite.

L'iniziativa è realizzata sotto l’alto patronato del presidente della Repubblica, con il patrocinio del presidente della Camera e del presidente del Senato e con la condivisione del procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, che ha dedicato un suo pensiero scritto all`iniziativa.

A partire da stasera, lunedì 25 giugno e fino a mercoledì 27, il messaggio antidroga campeggerà, oltre che sul campanile di San Marco, anche sulla Mole Antonelliana di Torino, in piazza Maggiore a Bologna, sul Torrione del teatro Carlo Felice di Genova, su palazzo Barbieri a Verona, sulla Torre di San Niccolò a Firenze, su palazzo dei Priori di Perugia, sul Colosseo di Roma, sul Maschio Angioino a Napoli, sulla facciata della sede comunale in piazza Sant’Oronzo a Lecce, sulla Torre dell’Elefante a Cagliari, sul Palazzo di Città di Palermo, sulla statua del Cavatore a Catanzaro e in piazza Ferrarese a Bari.


L'obiettivo principale è di creare una forte consapevolezza, soprattutto nei giovani, sul fatto che rifiutare l`uso di droghe, e quindi il loro acquisto, significa prima di tutto rispettare se stessi, ma anche la legalità, impedendo finanziamenti illeciti alle mafie e al terrorismo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Liberi dalle droghe, liberi dalle mafie": il messaggio vola alto sul Campanile

VeneziaToday è in caricamento