menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Entra in ritardo a scuola con ferite al volto e al fianco: "Mi ha accoltellata". Indagini in corso

Verifiche dei carabinieri sul racconto di una studentessa minorenne di una scuola di Venezia. "Mi ha raggiunto con una lama a una mano". Ma alcuni elementi sono ancora pochi chiari

E' arrivata con un'ora di ritardo a scuola ed è apparsa particolarmente sconvolta, chiedendo aiuto. Apprensione in un istituto veneziano per una vicenda su cui stanno indagando i carabinieri, anche perché la ricostruzione ha ancora diversi lati oscuri. Una studentessa dell'istituto è entrata in classe con tumefazioni al volto e al fianco, oltre che un taglio a una mano. Si tratta di lesioni che potrebbero essere in parte riconducibili anche a un'arma da taglio. Secondo il racconto della giovane, il tutto sarebbe dovuto a un'aggressione patita in una calle vicina alla scuola da parte di un uomo che l'avrebbe importunata più volte in questi giorni. 

Il padre su Facebook: "Venezia non è più un'isola tranquilla"

"Diverbio, poi le ferite"

Lunedì mattina si sarebbe imbattuta nel malintenzionato lungo l'itinerario casa-scuola e, al culmine di un possibile litigio, sarebbe scattato il corpo a corpo. A quel punto, sempre secondo la ricostruzione della ragazzina, quest'ultima sarebbe scappata di corsa facendo il suo ingresso a scuola visibilmente scossa. La dirigenza scolastica ha subito chiesto l'intervento dei sanitari del 118, che si sono portati sul posto assieme ai militari dell'Arma e ai genitori. 

Indagini dei carabinieri

La giovane è stata accompagnata al pronto soccorso del Civile, dove è stata medicata e visitata. Per fortuna i traumi riportati erano di poco conto, e per questo motivo la minorenne è stata dimessa con una prognosi di 6 giorni. Nel primo pomeriggio si trovava nella caserma dei carabinieri di San Zaccaria per essere ascoltata dalle forze dell'ordine: alcuni elementi, infatti, non tornerebbero. La presunta vittima avrebbe prima indicato un punto dove si sarebbe verificata l'aggressione, poi un altro. I militari non intendono lasciare alcunché di intentato, verificando ogni singolo passaggio per capire se effettivamente l'accoltellamento in calle ci sia stato o meno. Le verifiche in zona sulla possibile presenza di persone somiglianti alla descrizione fornita dalla studentessa hanno avuto esito negativo. Si tratterebbe di una persona di colore vista spesso in zona. La giovane non sarebbe stata in grado di spiegare il motivo per cui sarebbe scattata l'aggressione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento