menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studio di Ca' Foscari: "Turisti in crescita". Il 3% in più fino al 2020

Actv ha commissionato all'Università una ricerca per poi decidere come smistare gli arrivi in centro storico. Se ne è occupato Jan Van der Borg

I flussi turistici veneziani cresceranno del tre per cento all’anno, almeno fino al 2020. Il dato emerge dallo studio commissionato da Actv a Ca’ Foscari per stabilire soprattutto in che direzione vadano i turisti e che itinerari seguono. L’obiettivo, come riporta La Nuova Venezia, è quello di riuscire a smistare il turismo in arrivo. Dello studio si è occupato il professor Jan Van der Borg, docente di Economia e Politica del Turismo, analizzando al dettaglio i flussi in entrata e in uscita dagli imbarcaderi veneziani.

Il suo staff ha contato i turisti, intervistandoli e poi sviluppando gli elemento raccolti con innovativi calcoli statistici e matematici. Ora spetterà Actv valutare tutto il materiale con attenzione. Dalla ricerca di Van der Borg spunta l’ipotesi i fermare buona parte dei turisti prima dell’imbocco del Ponte della Libertà, facendoli arrivare con un terminal via acqua a Venezia ma evitando dunque il passaggio in Canal Grande. Tre i terminal presi in considerazione: San Basilio, San Giobbe e quello realizzato ai piedi del Ponte della Libertà.

Lo studio di Ca’ Foscari sarà consegnato completato a Ca’ Foscari in tempo per pianificare le modifiche di orario e di uso degli imbarcaderi già in vista della prossima stagione primaverile ed estiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento