menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La festa in piazza San Marco (foto da Twitter)

La festa in piazza San Marco (foto da Twitter)

Riparte la "Su e zo per i ponti", a migliaia in corsa per le calli

Anche quest'anno al via la gara podistica che attraversa l'anima del centro storico allo scopo di aiutare i missionari salesiani ad Aleppo

Riparte la corsa podistica più rappresentativa di Venezia, l'ormai tradizionale “Su e zo per i ponti”, che vede i partecipanti impegnati in quella che per molti è ormai una semplice “passeggiata competitiva” tra calli e campielli, attraverso l'anima del centro storico. Un evento sempre molto sentito dalla cittadinanza della laguna, anche perché è per una buona causa: il ricavato servirà ad aiutare i missionari di Aleppo, in Siria.

LA CORSA – La giornata di domenica è iniziata alle 9, con la messa dedicata nella basilica di San Marco, seguita dall'alzabandiera in piazza, poi alle 10.30 la partenza da palazzo Ducale per il percorso da 12 chilometri; contemporaneamente, dalla stazione di Santa Lucia, sono partiti i partecipanti per la sei chilometri. L'affluenza alla corsa risulta eccellente, complice la bella giornata soleggiata, e ha sicuramente favorito la possibilità di iscriversi anche all'ultimo minuto, pagando appena 7,50 euro. Nel 2013 la partecipazione aveva toccato quota 10mila, e con un po' di fortuna non è detto che non si possa replicare; gli organizzatori della corsa, don David Facchinello, don Franco Campello, Bruna Rainaldi, Michele Grigolini, Igino Zanandrea, Mauro Forner e Luigi Franzini, che hanno raccolto l'eredità di don Dino Berti, credono pienamente nella riuscita dell'evento di beneficenza. Appuntamento quindi al nastro di arrivo, alle 14.30, per quella che è ormai la festa cittadina della “Su e zo per i ponti”.

su-e-zo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento