menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia sull'argine del Brenta, un operaio si impicca a un albero

Il corpo di un 32enne è stato trovato martedì pomeriggio da un passante nel territorio di Campolongo Maggiore. Sul posto i carabinieri

Orrore sul lungargine del Brenta, nel territorio di Campolongo Maggiore. Un 32enne residente a Piove di Sacco è stato trovato senza vita martedì pomeriggio in corrispondenza della vegetazione che caratterizza i lati del fiume, sul versante sinistro. Si tratterebbe di un suicidio: la vittima infatti si sarebbe impiccata a un albero di noce utilizzando una corda nella frazione di Liettoli. Un gesto estremo messo a punto nei minimi particolari, tant'è vero che avrebbe portato da casa anche uno sgabello. L'eco della tragedia si è sparsa velocemente in paese, oltre che nel Piovese dove il giovane risiedeva.

Il cadavere è stato scoperto da un agricoltore che verso le 16 si è suo malgrado imbattuto in uno spettacolo cui mai avrebbe voluto assistere. Il corpo del suicida era piuttosto nascosto dalla vegetazione, ma il contadino, che era intento a lavorare il fieno per formare delle balle, si è avvicinato abbastanza per scorgere la figura dell'uomo. Inutile l'arrivo dell'ambulanza dall'ospedale di Piove di Sacco, inutili i tentativi di soccorso dei medici. Cui non è rimasto altro che constatare il decesso del 32enne, il quale proprio quel giorno era a casa dal lavoro. Un occupazione stabile da operaio, che dal punto di vista economico gli avrebbe garantito un minimo di stabilità.

Nessun dubbio allo stato sul fatto che si sia trattato di un gesto estremo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri sia per identificare il corpo, sia per far luce sulle motivazioni che hanno indotto la persona a togliersi la vita. Avrebbe anche lasciato un messaggio, scusandosi del dolore che avrebbe recato ai suoi famigliari. Soprattutto alla madre. Il 32enne si sarebbe tolto la vita per motivi che interessano la sfera privata. La sua salma è stata trasportata all'obitorio di Piove di Sacco. Con ogni probabilità la tragedia si è consumata poche ore prima, visto che nelle vicinanze è stata trovata l'auto della vittima, ancora con le chiavi inserite. Ma la mattina di martedì quest'ultima lì non c'era.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento