menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Suicidio Mira, ristoratore s'impicca Aveva dovuto chiudere la pizzeria

Un 61enne è stato trovato morto nella notte tra lunedì e martedì. I problemi economici si erano ripercossi anche nel rapporto con la moglie

Aveva cercato di rialzarsi dopo aver dovuto chiudere la pizzeria che gestiva. Ma ai problemi economici, appesantiti mano a mano anche da una generale situazione economica che non aiuta certo ristoratori e liberi professionisti, si sono aggiunti anche quelli sentimentali. Nonostante tutti gli sforzi per riprendere controllo della propria vita.

Tragedia nella notte tra lunedì e martedì in un'abitazione di Mira, dove un 61enne residente vicino al centro storico del paese della Riviera ha deciso di farla finita. Si è impiccato lasciando alcuni messaggi di scuse ai propri famigliari, pare per sottolineare come non fosse colpa loro. Un ultimo gesto d'amore per quei figli che aveva visto crescere e che, oramai adulti, avevano preso ognuno la propria strada.

Purtroppo, come spesso accade, i problemi sul lavoro e nel bilancio di casa si sono ripercossi anche nei rapporti di coppia. Così, dopo aver perso la propria attività, la vittima avrebbe visto chiudersi anche la propria relazione con la moglie. O comunque in questi mesi il rapporto sarebbe entrato in una fase di difficoltà, fino a paventare una possibile separazione. Il 61enne, libero professionista, avrebbe nonostante tutto cercato di reinventarsi aprendo pochi mesi fa un'agenzia immobiliare. Ma evidentemente non è bastato. Sul posto dopo la tragica scoperta i carabinieri della tenenza locale. Il magistrato avrebbe già disposto la restituzione della salma ai familiari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento