rotate-mobile
Cronaca Santo Stino di Livenza

Tragedia a Santo Stino, ex consigliere si impicca a una trave

Il corpo scoperto sabato mattina. G.B., 65enne, si è ucciso in una abitazione di servizio. Era una persona molto conosciuta in paese

Un fulmine a ciel sereno. Nonostante alcuni momenti più cupi, gli alti e bassi della vita, nessuno si aspettava quello che sabato mattina è accaduto. G.B., 65enne di Santo Stino di Livenza, ex consigliere comunale alcune legislature fa, si è tolto la vita impiccandosi a una trave di una piccola casetta di servizio adiacente alla propria abitazione. Una persona molto conosciuta in paese non solo per il suo impegno politico, ma soprattutto per il suo attivismo in tutte le manifestazioni importanti della comunità.

Dopo essere andato in pensione ha partecipato attivamente agli eventi dell'Anpi e ha dato una mano alle associazioni sportive del territorio, specialmente ciclistiche (passione che coltivava da sempre). Dava una mano anche come nonno vigile. Proprio sabato mattina alcuni amici avevano raggiunto la casetta per cucinare le frittelle in vista delle celebrazioni del Carnevale, che erano state posticipate a questo fine settimana a causa dell'ondata di maltempo che aveva colpito tutto il Portogruarese.

Verso le 8, quindi, la scoperta della tragedia. Uno dei volontari è entrato in una stanza e si è trovato davanti agli occhi il corpo senza vita del 65enne, che come ogni giorno si era svegliato di buon'ora e si era preparato per uscire. Poi, però, la decisione di farla finita. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i sanitari del Suem, ma per G.B. non c'è stato nulla da fare. "Era una di quelle persone buone che lasciavano un segno della propria presenza - ha commentato il sindaco del paese Matteo Cappelletto - Una tragedia disarmante, tanto più che era una persona sempre disponibile con tutti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Santo Stino, ex consigliere si impicca a una trave

VeneziaToday è in caricamento