menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Suicidio a Sottomarina, giovane si lancia dall'impalcatura e muore

La tragedia poco prima delle 20 in viale Umbria. Un 30enne ha deciso di farla finita. In tasca un biglietto in cui spiegava di volersi togliere la vita

Una tragedia che lascia senza fiato ha funestato l'inizio di ponte del 2 giugno. Un giovane di 30 anni, infatti, per cause ancora al vaglio delle forze dell'ordine, si è ucciso lasciandosi cadere da una impalcatura posizionata a ridosso di un edificio di viale Umbria a Sottomarina. Nonostante l'allarme immediato lanciato dai residenti agli agenti del commissariato locale e ai vigili del fuoco, purtroppo il giovane non è tornato indietro nei suoi intenti suicidi e si è lanciato nel vuoto. Alcuni presenti infatti avevano segnalato quel giovane seduto sull'impalcatura al sesto piano di altezza mentre guardava di sotto. E' tutto durato pochi istanti.

La caduta, di diversi metri, non gli ha lasciato scampo. Pare che possa trattarsi di un gesto estremo premeditato, tant'è vero che la vittima, residente nella città clodiense, aveva in tasca un biglietto in cui spiegava di volerla fare finita. Pare che la causa della tragedia possa risiedere in alcuni problemi di tipo personale del giovane, anche di tipo relazionale. Nessuna situazione difficile dal punto di vista economico, nonostante fosse disoccupato. La notizia dell'accaduto si è sparsa a macchia d'olio a Sottomarina, scaraventando nel dolore quanti conoscevano il giovane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento