Il gruppo Unicomm annuncia la chiusura dei punti vendita anche per il 5 aprile

Supermercati chiusi anche domenica prossima. Atteso a giorno il nuovo decreto con la proroga delle misure

I punti vendita del Gruppo Unicomm (supermercati A&O, Famila, Emisfero, Mega, Cash and Carry e C+C) resteranno chiusi anche domenica 5 aprile. Dopo le chiusure di domenica 22 e 29 marzo (prima che la Regione Veneto con un'ordinanza imponesse di tenere le serrande abbassate nei giorni festivi), il gruppo ha annunciato che anche per il prossimo fine settimana, nella giornata del 5 aprile, i negozi non saranno aperti. 

«Ci sembra un atto di coerenza in un momento storico in cui tutti siamo chiamati a fare la nostra parte - spiega il presidente del Gruppo Unicomm Marcello Cestaro -. I nostri collaboratori stanno facendo uno sforzo enorme per mantenere i punti vendita pienamente operativi in questa fase di emergenza, crediamo sia fondamentale dare loro un turno di riposo». In questi giorni è atteso un nuovo decreto che stabilirà una probabile proroga delle misure restrittive per limitare i contagi da Coronavirus ma c'è chi, come il gruppo Unicomm, ha già preso una decisione. “Oltre al 5 aprile saremo chiusi anche il 12, il giorno di Pasqua – continua Cestaro -. In questo momento abbiamo tutti il dovere di fare ogni sforzo affinché questa situazione giunga al termine il prima possibile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carte false per mantenere in famiglia la licenza di taxi acqueo: denunciati padre e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento