menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapinata l'ultimo dell'anno mentre chiude la tabaccheria: ladro in fuga

È quanto successo ad una tabaccaia della Bissuola. La donna ha cercato di difendersi, poi ha desistito, per evitare di subire un'aggressione fisica

Un anno terminato non certo nei migliori dei modi per una tabaccaia della Bissuola. Come riportano i quotidiani locali, la 55enne proprietaria di una rivendita di via Tevere stava abbassando la saracinesca, per andare a festeggiare l'arrivo del nuovo anno come tutti, quando un ragazzo a volto coperto è spuntato dal nulla, strattonandola e cercando di rubarle la borsa.

La donna ha cercato di difendersi, pensando dopo pochi istanti che forse non ne valeva poi così tanto la pena. Come ha spiegato la stessa tabaccaia, infatti, l'incasso era già stato prelevato precedentemente, e nella borsa non c'erano soldi. Un mazzo di chiavi e i documenti non sarebbero valsi i postumi di un'aggressione. Prima di essere trascinata a terra, quindi, ha ben pensato di mollare la presa, lasciando andare il ladro con il suo bottino.

Dopo aver ricevuto l'allerta della vittima, sul posto si è portata una volante della polizia, ma l'aggressore se l'era già data a gambe levate e non è stato possibile rintracciarlo. Resta solo una descrizione molto sommaria fatta dalla vittima: giovane di carnagione bianca, sui vent'anni, con una corporatura normale. Come tanti altri. Ciò che è certo è che la 55enne, dopo la pausa di Capodanno, ha ripreso normalmente a guidare la sua attività, perché come ha avuto modo di sostenere, ai balordi non bisogna dargliela vinta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento