Cronaca Via Kennedy

Tachigrafo del tir taroccato, tranello smascherato a San Donà

Un camionista rumeno di 34 anni è stato fermato dalla Polizia Locale, si era ingegnato per guidare più di 9 ore consecutive. Multa di 1.700 euro

L’autista guidava tranquillamente il suo grande camion verso la zona industriale di San Donà di Piave, ma secondo la scatola nera il mezzo era fermo. Il conducente, un cittadino rumeno di 34 anni,  aveva applicato una calamita al tachigrafo digitale affinché non registrasse la marcia, permettendogli di superare le nove ore alla guida previste dalla legge. Il tir è stato fermato martedì mattina alle 8,30 in zona industriale, tra via Calnova e via Kennedy.

Gli agenti della Polizia Locale, che hanno seguito corsi specifici tenuti dalla Polizia Stradale proprio per apprendere le tecniche legate a questi trucchetti, l’hanno smascherato in fretta. Hanno chiesto al trasportatore di rimettere in moto il camion e procedere per un breve tratto, constatando che il cronotachigrafo effettivamente non registrava nulla. Scattava così un’ispezione più approfondita che permetteva di scoprire la calamita, di una certa potenza, posta tra l’organo di trasmissione e la scatola nera.
 
Al trasportatore è stata comminata una sanzione di 1.700 euro, da pagare in contanti per evitare il sequestro del mezzo. La patente è stata ritirata e segnalata alla Prefettura per la sanzione, che in questi casi prevede la sospensione da 15 giorni a 3 mesi e la perdita di dieci punti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tachigrafo del tir taroccato, tranello smascherato a San Donà

VeneziaToday è in caricamento