menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Miozzi: “I tagli al trasporto pubblico? Pura e semplice improvvisazione”

Secondo il presidente del Movimento Consumatori il decremento dei trasferimenti regionali all'Actv doveva essere affrontato diminuendo i costi di gestione: stop ai premi e ai doppi incarichi

I tagli alle linee del trasporto pubblico locale “sono caratterizzate dalla più totale improvvisazione”. Infatti “non è possibile che decisioni così importanti vengano prese senza coinvolgere i diretti interessati, ovvero i cittadini utenti, tramite i loro rappresentanti”. Lorenzo Miozzi, presidente del Movimento Consumatori, commenta così la riduzione del servizio del trasporto pubblico locale comunicato ieri alla stampa dall’assessore Ugo Bergamo e motivato dai tagli dei trasferimenti da parte della Regione.

“La riduzione del servizio è stata annunciata da qualche tempo – dice il rappresentante dei consumatori – ma con continui cambiamenti che hanno ingenerato solo confusione. A tutto questo si aggiungono i ritocchi all’insù delle tariffe, effettuati sempre senza il coinvolgimento delle associazioni che difendono gli utenti e i consumatori, i quali vengono chiamati in causa per questioni molto meno rilevanti. E’ con i cittadini che bisogna confrontarsi su tali argomenti, perché sono loro che pagano il servizio, sia attraverso i biglietti, sia attraverso la fiscalità locale. Questa totale mancanza di trasparenza fa pensare che ci sia qualche cosa da nascondere. Bisogna coinvolgere gli utenti per ragionare sui nuovi assetti del trasporto pubblico e sulle sue prospettive future”. Per affrontare i tagli della Regione, spiega Miozzi, sono altre le azioni da perseguire. Anzitutto “bisogna rivedere seriamente i costi dell’azienda che fra premi ai dirigenti, doppi incarichi e investimenti inopportuni spende moltissime risorse senza offrire nulla in cambio all’utente”. Lavorando sui costi di gestione dell’azienda, insiste Lorenzo Miozzi, “è possibile affrontare la diminuzione dei trasferimenti ridimensionando il taglio ai servizi e scongiurando i continui aumenti tariffari”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento