Cronaca

Sede troppo piccola e mancanza di fondi regionali, la Caritas di Noale taglia gli aiuti

La drastica decisione è stata annunciata dal presidente Paolo Bortolato. La Regione ha privato l'associazione di fondi importanti, il trasferimento della sede ha fatto il resto

La Caritas di Noale costretta a tagliare. Come riporta la Nuova, si tratta della "scelta drammatica", queste le parole del presidente della sezione locale Paolo Bortolato, che porterà all'esclusione dagli aiuti delle persone non più residenti nel Comune.

Mancano i finanziamenti

Due i problemi principali che hanno portato a questa decisione. Il primo riguarda i mancati finanziamenti da parte della Regione nel corso del 2017, il secondo, invece, il trasferimento forzato della sede dall'ospedale di Noale agli ex bagni pubblici di piazzale Bastia. In uno spazio "ristrettissimo", che ha costretto a prendere drastici provvedimenti, a partire dal taglio degli assistiti.

Sede troppo piccola

La mancanza di spazio ha costretto anche a chiudere il servizio di raccolta e distribuzione di abbigliamento. C'è la necessità di avere un edificio più grande per permettere un regolare svolgimento dell'attività di sostegno ai bisognosi, continuando sulla falsariga degli anni passati, quando il distaccamento di Noale ha fornito aiuto a 2.618 famiglie, per un totale di 10.590 persone. Aiuti possibili anche grazie ai contributi del Centro servizi per il volontariato, della Diocesi di Treviso, dei soci e dei Comuni di Noale e di Santa Maria di Sala. Sebbene nel 2017 si sia tirata indietro dal finanziare alcun progetto, privando l'associazione di un importante contributo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sede troppo piccola e mancanza di fondi regionali, la Caritas di Noale taglia gli aiuti

VeneziaToday è in caricamento