menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il policlinico San Marco

Il policlinico San Marco

Terremoto al San Marco, 55 esuberi Orsoni: "Siano integrati nell'UIss 12"

Mercoledì la conclusione delle trattative tra sindacati e dirigenza della struttura sanitaria convenzionata mestrina. Il primo cittadino lagunare: "Non si mini la qualità del servizio"

I tagli si abbattono sul Policlinico San Marco. Dieci milioni di euro in meno di trasferimenti regionali "valgono" 55 esuberi. Mercoledì la conclusione della trattativa tra dirigenza sanitaria e sindacati, che hanno limato la cifra di chi non verrà integrato nello staff della struttura convenzionata di diciannove unità. Del resto il vicedirettore generale Francesco Camisa ha ribadito che la volontà, se non ci fossero prroblemi di risorse economiche, sarebbe quella di non licenziare nessuno. Forse uno spiraglio per qualche dipendente in esubero potrebbe arrivare con il nulla osta arrivato da parte dell'Ulss 12 per destinare altri dieci posti letto per l'hospice. Ma è ancora troppo presto per dirlo.

Intanto anche il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni ha voluto dire la sua: “Sono preoccupato per l’annunciato licenziamento di 55 dipendenti del Policlinico San Marco. Questa struttura – ha detto il sindaco di Venezia - così come le altre convenzionate, costituisce un presidio importante per il nostro territorio, e deve essere salvaguardata nell’ottica di una maggiore prossimità dei servizi e una più efficiente capillarità dell’offerta. Spero in una positiva evoluzione della situazione occupazionale, al fine di una nuova collocazione in ambito sanitario dei dipendenti in esubero".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento