menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La scure di Zappalorto sullo sport: "Le società rischiano la chiusura"

Ca' Farsetti per ristrettezze di bilancio diminuirebbe gli aiuti economici per le bollette e farebbe lievitare i contributi da pagare per le strutture

Sono tempi di vacche magre per tutti. Così dopo i dipendenti comunali, gli operatori della cultura, le insegnanti, a lanciare l'allarme per le loro attività sono anche le società sportive, che si sono viste cancellare i contributi di Ca' Farsetti. Entro settembre del resto serve approvare il bilancio di previsione, e serve racimolare quei 47 milioni necessari per raggiungere il pareggio.

Serve di conseguenza, come riporta il Gazzettino, fare di necessità virtù: l'amministrazione prima della pausa di Ferragosto aveva già annunciato una stretta sui costi sostenuti per le utenze: acqua ed energia non saranno più a carico delle casse pubbliche, ma dovranno essere pagate in misura maggiore rispetto al passato dalle associazioni sportive. Fino ad ora, filtra dal Comune, Ca' Farsetti pagava circa il 95% delle bollette, ora la situazione economica non lo rende più possibile.

Così questa percentuale dovrebbe abbassarsi fino al 50%. In più c'è il capitolo contributi a far preoccupare le società (su cui già negli anni scorsi era calata una mannaia importante). Secondo Anna Brondino, coordinatrice Ncd di Venezia, quest'ultimi potrebbero lievitare per ottenere l'utilizzo degli impianti dal Comune. In questo modo, però, secondo Brondino molte realtà già in difficoltà di per sé potrebbero morire o vedersi costrette ad aumentare l'importo delle proprie tariffe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    A Venezia arrivano i taser per la polizia locale

  • Mestre

    Clienti nel bar a guardare la partita: locale chiuso

  • Incidenti stradali

    Auto esce di strada sulla Romea, traffico bloccato. Un ferito

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento