Approvata in Consiglio comunale la Tari per il 2020

Rispetto all'anno precedente, per le utenze domestiche, la tassa è ridotta di circa il 16,2%. Copione simile anche per le utenze non domestiche: per quest'ultime decisa un'ulteriore riduzione

Raccolta dei rifiuti a Venezia (archivio)

Il Consiglio comunale, ha approvato oggi, mercoledì 18 dicembre, con 20 voti favorevoli e 3 astenuti, le tariffe della Tari per il 2020, relativa al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati del Comune di Venezia. «Ridotta la pressione fiscale».

Utenze domestiche e non domestiche

Rispetto all'anno precedente, per le utenze domestiche, la tassa è ridotta di circa il 16,2%. Copione simile anche per le utenze non domestiche: per quest'ultime è stata decisa un'ulteriore riduzione rispetto al 2019, del 3,2% circa. Un calo che si aggiunge alla riduzione 2019 della Tari del 30% per i negozi di vicinato e del 20% per i piccoli esercizi commerciali. Una persona single risparmierà, nel 2020, 32,10 euro rispetto al 2018, con una riduzione totale del 19,57%. Godrà infatti, come tutte le altre tipologie di nucleo famigliare, di un taglio generalizzato del 16,2% rispetto ai dodici mesi precedenti, risparmiando così 24,88 euro.

Otto milioni di finanziamento

Simili i risparmi anche per due genitori con un figlio: per loro il risparmio rispetto al 2018 sarà di 62,7 euro (-17,99%). Il finanziamento della riduzione della Tari da parte dell'Amministrazione comunale arriverà per 2,7 milioni di euro dal Contributo d'Accesso 2020, per 2.884.334 euro dai recuperi dell'evasione (o elusione) della Tari degli anni precedenti già incassati, per 1,5 milioni di euro dal recupero dell'evasione (o elusione) della Tari previsto nel 2020 e per 1.818.781 euro da maggiori entrate relative ad anni precedenti rispetto ai costi correlati. Il totale del finanziamento è dunque di 8.903.115 euro.

Scadenze

Le scadenze delle rate di pagamento della sono state fissate il 16 marzo, 16 maggio, 16 settembre e 16 novembre, o in corrispondenza del primo giorno feriale utile qualora la scadenza coincida con il giorno festivo. Nell'emendamento di giunta, approvato oggi, mercoledì 18 dicembre, si dichiara che "l'importo di ciascuna delle prime tre rate della Tari 2020 sarà pari al 90% dell'importo della medesima rata della Tari del 2019, stabilita per le utenze domestiche, e pari al 97% dell'importo della medesima rata della Tari del 2019, stabilita per le utenze non domestiche", aggiungendo poi che "nell'ultima rata sarà effettuato il relativo conguaglio di quanto effettivamente dovuto sulla base delle tariffe 2020". L’istanza per ottenere eventuali agevolazioni deve essere presentata entro 90 giorni dalla data dell'intervenuta fattispecie (fermo restando che sarà cura dell’utente comunicare al soggetto gestore l’eventuale modifica dei requisiti), e comunque non oltre il 31 ottobre 2020.

Irpef

Il Consiglio comunale ha confermato che, anche per il 2020, l'aliquota dell'addizionale comunale all'Irpef, e la relativa soglia di esenzione, rimangono invariate. L'aliquota sarà quindi ancora fissato allo 0,8%, non sarà dovuta se il reddito imponibile ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche non supera l'importo di 10.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Zaia contro il Dpcm: «Posso spostarmi in una metropoli e non tra Comuni con meno di 5mila abitanti»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento