rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

La Tasi ritarda, si paga a luglio: il 90% i proprietari, 10 gli inquilini

La controversa imposta sulla casa che va a sostituire l'Imu è stata oggetto di diversi scontri in Consiglio comunale lo scorso martedì

Ancora uno slittamento per la data di pagamento della Tasi: come riportano i quotidiani locali il Consiglio comunale martedì ha deciso che la prima rata sarà pagata da inquilini e proprietari il 21 luglio, invece che il 16 giugno. In realtà all'ordine del giorno vi era addirittura lo spostamento al 16 settembre, ma in quel caso Ca' Farsetti si sarebbe ritrovato con un buco nel bilancio per troppo tempo, e ai cittadini ora non resta che mettere mano a carta, penna e calcolatrice.

PERCENTUALI COMBATTUTE – Al di là della data, che comunque si è dimostrata un discreto terreno di scontro, la vera battaglia si è combattuta per decidere quanto doveva venire pagato dagli inquilini e quanto dai proprietari delle abitazioni. Il Comune, come già noto, ha deciso di optare per un 10 per cento a carico dei primi e un 90 per i secondi, accogliendo quindi la soglia minima prevista dal governo. La scelta non ha fatto piacere quasi a nessuno, in realtà, e sono stati in molti, sia della maggioranza che dell'opposizione, a votare a favore quasi “per forza”: qualcuno aveva proposto una proporzione di 30-70, ma è stato lo stesso vicesindaco, Sandro Simionato, a spiegare come si sarebbe posto un grosso problema in termini di rischio evasione, dato che non esiste un “registro inquilini”. Inutili le proteste di chi sosteneva bastasse utilizzare altri metodi (ad esempio le utenze Veritas). Bocciata anche la proposta di inviare a casa di tutti i cittadini bollettini precompilati con l'importo corretto per ciascuno, ed è finita nel cestino anche la proposta di impegnarsi a cambiare le percentuale in maniera progressiva, fino ad arrivare al famoso 30-70. La Tasi, insomma, a Venezia è già ben definita, che piaccia o meno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Tasi ritarda, si paga a luglio: il 90% i proprietari, 10 gli inquilini

VeneziaToday è in caricamento