rotate-mobile
Cronaca

Tav, Mainardi loda l'affiancamento alla linea esistente: "Si riducono i costi"

Il commissario per la realizzazione della Venezia-Trieste sottolinea che l'unico progetto alternativo a quello originario del 2010 avrebbe anche impatto nullo dal punto di vista ambientale

"Il cosiddetto tracciato 'alternativo' della Tav sull'asse Venezia-Trieste, in affiancamento all'attuale linea ferroviaria, ridurrebbe i costi a un terzo rispetto ad altre soluzioni, mentre l'impatto ambientale sarebbe praticamente annullato". Lo ha spiegato oggi il commissario straordinario per il progetto Tav nel Nordest, Bortolo Mainardi, partecipando all'audizione in Commissione trasporti del Consiglio regionale Veneto.

L'incontro si proponeva di fare il punto sullo stato dell'arte della fase progettuale del tratto veneto dell'alta velocita/alta capacità ferroviaria. Mainardi ha confermato di aver accolto l'invito a incontrare i 19 sindaci dei comuni interessati dal tracciato; riunione che si terrà il 23 aprile al Centro Servizi della Provincia di Venezia e che avvierà una serie di incontri pubblici con i cittadini.

In quell'occasione, ha annunciato il commissario, verrà illustrato nel dettaglio il progetto del tracciato in affiancamento all'attuale linea ferroviaria che rappresenta, al momento, l'unica alternativa al previsto progetto preliminare del dicembre 2010, che prevede il tracciato basso litoraneo.


Al di là della questione dell'alta velocità, Mainardi ha poi sottolineato l'urgenza di modernizzare la linea ferroviaria Venezia-Trieste, la cui progettazione risale al 1885 e che attualmente ha una media di percorrenza che varia dai 70 agli 80 chilometri orari. "Si pone - ha detto - come scelta di civiltà dei trasporti". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, Mainardi loda l'affiancamento alla linea esistente: "Si riducono i costi"

VeneziaToday è in caricamento