Tavolo in prefettura, per ora la bomba di Marghera sarà vigilata 24 ore su 24

L'ordigno era stato ritrovato mercoledì nel corso di scavi in via Ferraris. Martedì saranno decisi gli aspetti operativi per la sua rimozione

La bomba, del peso di 500 libbre, pari a circa 226 chili, era stata trovata mercoledì nel corso di alcuni scavi edili in via Ferraris a Marghera. Gli artificieri della polizia e i militari dell'esercito avevano messo subito in sicurezza l'area, in attesa del necessario sopralluogo per pianificare le operazioni di rimozione. Nella mattinata di ieri, l'8° Reggimento artificieri "Folgore", alla presenza di forze dell'ordine e autorità, ha identificato l'ordigno, mettendolo in sicurezza.

Tavolo in prefettura

Nel frattempo, si è tenuto in prefettura il tavolo tecnico per coordinare le operazioni di disinnesco, rimozione e brillamento. Forze dell'ordine ed enti coinvolti, nel corso della riunione, hanno condiviso di effettuare gli interventi del caso nel più breve tempo possibile, compatibilmente con gli approfondimenti tecnici del caso, in modo da garantire la totale sicurezza dell'intervento. Attualmente il sito è vigilato 24 ore su 24 e interdetto all'accesso di persone e mezzi. Martedì saranno fissati gli aspetti per le procedure di rimozione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento