Tenta di togliersi la vita e manda un messaggio anonimo. Salvata in extremis

È successo martedì sera a Caorle. La donna, una 30enne di origini straniere, è stata rintracciata attraverso Facebook, grazie alle ricerche dei carabinieri

Foto: carabinieri, archivio

Una donna con i polsi tagliati, semicosciente nel suo appartamento saturo di gas in centro a Caorle, è stata messa in salvo in extremis dai carabinieri della stazione locale, che l'hanno individuata e sono riusciti a entrare nell'abitazione attraverso la finestra del soggiorno.

La telefonata

Una telefonata al 112, nella tarda serata di ieri, ha messo in allarme i militari. Un uomo ha chiesto aiuto dicendo di aver ricevuto sul suo telefono un messaggio da parte di un cellulare sconosciuto, in cui una donna, indicando solo il nome, riferiva di essere sul punto di togliersi la vita, di aver già ingerito farmaci e di essersi tagliata i polsi.

L'identificazione

Sconosciuta l'identità della donna. I carabinieri hanno provato a rintracciarla attraverso il numero di cellulare ma la compagnia telefonica non ha potuto fornire il dato tempestivamente. Quindi i militari hanno intrapreso un'altra strada: l'hanno cercata sui social. Un lavoro di scrematura fra i profili maggiormente corrispondenti ai pochi dati certi della persona ha portato all'individuazione di una donna di 30 anni, residente in un alloggio al piano terra di una palazzina di 30 appartamenti, in centro a Caorle.

L'azione

I carabinieri sono arrivati sul posto e sono potuti entrare in casa solo attraverso la finestra del soggiorno. Lì hanno trovato la giovane e scoperto che l'appartamento era saturo di gas, con il conseguente rischio che saltasse tutto in aria. Messo in sicurezza l'immobile, i militari hanno allertato i soccorsi del 118 che hanno preso in cura la donna, poi ricoverata al reparto di Psichiatria dell'ospedale cittadino. Il gesto potrebbe essere riconducibile a un esame imminente cui la 30enne si sarebbe dovuta sottoporre per problemi fisici e a motivi sentimentali.


 

Potrebbe interessarti

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

  • Bidoni della spazzatura: come fare per averli sempre puliti

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

  • Confermati i domiciliari per Marinica, accusato di aver provocato l'incidente di Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento