Cronaca vicolo Monte Paganella

Scorzé, durante un litigio prende a morsi e accoltella il proprio marito

Tragedia sfiorata nel pomeriggio di domenica in vicolo Monte Paganella. La 41enne l'ha prima colpito con un comodino, poi ha brandito la lama

Prima ha preso il cassetto di un comodino e l'ha scagliato contro il marito, poi non contenta ha preso un coltello e lo ha colpito all'addome. Tragedia sfiorata domenica nel tardo pomeriggio a Scorzè, in una abitazione di vicolo Monte Paganella. Una 41enne di nazionalità romena è stata arrestata con l'accusa di tentato omicidio. All'arrivo dei carabinieri della stazione di Noale, infatti, aveva ancora in mano il coltello con cui aveva ferito il consorte, poi trasportato all'ospedale di Mirano e dimesso dopo alcune ore. Le condizioni dell'uomo, coetaneo della donna e suo connazionale, non sarebbero preoccupanti. Nonostante l'aggressione subita.

Tra i motivi per cui la violenza è esplosa ci sarebbe la gelosia. Cieca. Senza controllo. La donna a un certo punto ha scagliato in testa all'uomo, camionista e per questo spesso in giro per lavoro, il cassetto di un comodino. Poi l'accoltellamento. Non prima di aver aggredito a morsi il suo interlocutore. Un furia che anche con l'arrivo dei militari dell'Arma non accennava ad affievolirsi. Marito e moglie si trovavano uno di fronte all'altro. Lui consapevole di essere stato colpito, ancora cosciente e in piedi. Sarebbe stato proprio lui, una volta riuscito a liberarsi dalla donna, a lanciare l'allarme ai carabinieri verso le 16.

Inevitabili le manette per la donna, accompagnata in carcere. Spetterà al magistrato decidere se derubricare l'accusa di tentato omicidio o mantenerla, considerate anche le ferite non gravi riportate dal malcapitato, dimesso dall'ospedale di Mirano con una prognosi di otto giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scorzé, durante un litigio prende a morsi e accoltella il proprio marito

VeneziaToday è in caricamento