Cronaca Fondamenta Santa Lucia

Si taglia le vene al binario sei della stazione, viene salvato dalla polfer

Un 23enne tunisino venerdì mattina se l'è vista brutta nello scalo di Santa Lucia. Il giovane è stato poi sottoposto a intervento al Civile

La stazione di Venezia Santa Lucia

Tenta di uccidersi al binario 6 della stazione di Venezia Santa Lucia. Per sua fortuna, però, è stato visto da alcuni agenti della polizia ferroviaria i quali si sono allarmati quando si sono trovati davanti agli occhi quel giovane tunisino con i vestiti sporchi di sangue. Nessun dubbio sul fatto che fosse stato lui stesso a procurarsi le ferite attraverso alcuni cocci di bottiglia.

Aveva paura di non riuscire più a tornare nel suo paese natale e che rimanendo qui, in Italia, per chissà quale motivo avrebbe rischiato la vita. Per questo aveva deciso di togliersela. Evidentemente il 23enne si era ficcato in qualche giro poco raccomandabile, al punto da non vedere alcuna via d'uscita. Gli agenti della polfer, visto che il ragazzo si trovava in stato confusionale e si era fatto aggressivo, hanno poi supportato i sanitari del Suem durante il trasferimento del ferito all'ospedale Civile.

Lì il 23enne è stato subito sottoposto a un delicato intervento. Troppo il sangue che aveva perso tagliandosi le vene del polso. Ora il tunisino, con regolare permesso di soggiorno ma di fatto senza fissa dimora, è fuori pericolo ed è stato ricoverato nel reparto di Psichiatria del civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si taglia le vene al binario sei della stazione, viene salvato dalla polfer

VeneziaToday è in caricamento