Lo lascia la compagna, tenta di darsi fuoco nella notte a Eraclea

Un 40enne del posto, disoccupato da tempo, è stato salvato in extremis dai carabinieri mentre si era cosparso il corpo di benzina a Torre di Fine

Disperato per motivi sentimentali, disoccupato da tempo, aveva deciso di farla finita. La scorsa notte si è cosparso di benzina nel centro della frazione di Torre di Fine a Eraclea con una tanica in mano e ha iniziato a urlare tutto il suo dolore.

Il 40enne, del posto, come riporta La Nuova Venezia, è stato salvato in extremis dai carabinieri, allertati dai residenti che hanno capito quale sarebbe stato l'obiettivo dell'uomo. Subito sul posto sono entrati in azione anche i sanitari del Suem, per ogni evenienza. I militari dell'Arma, poi, hanno dovuto usare tutta la delicatezza possibile per convinvere l'uomo a desistere.

Il 40enne è stato poi trasferito all'ospedale di Portogruaro, dove ora si trova ricoverato nel reparto di Psichiatria. Un fiammifero o una scintilla accidentale e avrebbe potuto essere una tragedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento