menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta il suicidio ma viene salvato quando già aveva perso i sensi

Allarme nella notte tra domenica e lunedì. La compagna di un 67enne del centro storico ha chiamato il 113 chiedendo aiuto. Salvo in extremis

E' stato salvato in extremis, dopo che aveva già ingoiato vari medicinali con l'intenzione di uccidersi. Un 67enne residente in centro storico, infatti, aveva già perso conoscenza quando gli agenti delle Volanti della questura sono entrati nel suo appartamento. Trasportato all'ospedale Civile, l'aspirante suicida è stato sottoposto a lavanda gastrica per poi rimanere in osservazione. Non sarebbe più in pericolo di vita, dunque.

L'allarme verso l'una della notte tra domenica e lunedì lo ha lanciato la compagna dell'uomo, che a un certo punto ha chiamato il 113. Ha risposto la centrale operativa della questura di Padova, dove la donna risiede. La signora, in maniera concitata, ha spiegato che il suo compagno le aveva detto di volersi uccidere. Non c'era tempo da perdere.

Le forze dell'ordine hanno quindi raggiunto il palazzo veneziano dove il 67enne risiede e, grazie all'aiuto del custode, hanno potuto entrare nell'abitazione senza dover buttare giù la porta. In pochi minuti l'uomo è stato soccorso e sottoposto alle prime cure da parte dei sanitari del 118. Che gli hanno salvato la vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento