Terna avvia anche la razionalizzazione della linea elettrica Dolo-Camin

Un investimento da 140 milioni per l'interramento del servizio elettrico: il piano prevede di eliminare 32 km di vecchi elettrodotti aerei e 123 tralicci, liberando 95 ettari di territorio

L'intervento di razionalizzazione della rete elettrica tra Dolo e Camin, che compernde la realizzazione di 16,5 chilometri di nuove linee interrate e l'eliminazione di 32 chilometri di elettrodotti aerei, fa un passo avanti: la società Terna ha infatti inviato al ministero dello Sviluppo economico un'istanza di autorizzazione per l'intervento, per cui prevede un investimento di 140 milioni di euro.

Secondo Terna le nuove linee favoriranno lo scambio di energia tra le aree di Venezia e Padova, assicureranno una riduzione delle perdite di rete e un efficientamento del servizio di trasmissione. L'interramento delle linee consentirà di eliminare 32 chilometri di elettrodotti aerei oggi esistenti, con lo smantellamento di 123 tralicci e, alla fine, circa 95 ettari di territorio liberati da infrastrutture elettriche.

L’intervento è una delle opere di sviluppo della rete elettrica regionale inserite nel protocollo d’Intesa sottoscritto da Terna e Regione del Veneto il 21 gennaio 2019 e frutto di oltre un anno di incontri e sopralluoghi con la Regione e i Comuni interessati: quelli veneziani sono Dolo, Camponogara, Stra, Fossò e Vigonovo; quelli padovani sono Padova e Saonara, quest’ultimo interessato soltanto da interventi di demolizione. Un altro degli interventi è quello sulla linea Malcontenta-Fusina. Terna ha anche annunciato che «si metterà a disposizione dei cittadini per illustrare il progetto tramite incontri interattivi online, le cui date saranno a breve comunicate».

È «un’ottima notizia» secondo l'assessore regionale Roberto Marcato: «L'aspettavamo da tempo per garantire la realizzazione di una linea elettrica di primaria importanza. Confidiamo che dopo questo primo importante passo, l’iter burocratico sia il più rapido possibile per poter realizzare la nuova linea interrata al più presto, garantendo da un lato migliore sicurezza e dall’altro un supporto essenziale al territorio, cittadini e imprese in termini di fornitura di energia elettrica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento