Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Terremoto a Venezia: ancora controlli nelle scuole, non si segnalano danni

Dopo la scossa che ieri sera ha fatto tremare anche il Veneziano pompieri al lavoro in tutta la provincia per segnalazioni di crepe. In ogni caso per ora nessun problema di rilievo

Tornano nelle scuole i vigili del fuoco. Tornano per controllare per l'ennesima volta la statica degli edifici, dopo le chiamate preoccupate di alcuni dirigenti scolastici e le madri di alcuni alunni. Le squadre dei pompieri stamattina sono impegnate a macchia di leopardo in tutto il Veneziano, tra Cavarzere, Mestre e centro storico, ma non si segnalano problemi di rilievo.

 

La scossa che ieri sera alle 21.20 ha fatto tremare il Nord Italia, forte ma più breve rispetto alle precedenti, ha portato con sé nuovi timori di crolli come quelli che si sono susseguiti in questi giorni, in via Torre Belfredo a Mestre, come in campo di San Giacomo dell'Orio e campo San Giacomo a Venezia.

 

Domenica sera ancora un sisma avvertito distintamente da molti veneziani (altri invece non si sarebbero accorti di nulla). Alcune persone hanno deciso di riversarsi in strada per paura di crolli. Secondo l'Istituto nazionale di vulcanologia e geofisica la scossa è stata del 5.1 della scala Richter, con epicentro a Novi di Modena, dove è crollata la torre dell'orologio, già gravemente danneggiata dai terremoti precedenti.

 

- CADE UN PENNONE ALL'ARSENALE, ORSONI: "FRACKING? CRIMINALE"

- CAVALIERI PER L'EMILIA: IN SELLA PER QUELLE TERRE FERITE

- LA SCOSSA DI DOMENICA SERA

 

INTERVENTI DELLA PROVINCIA NELLE SCUOLE - Sono stati approvati stamattina dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore all’Edilizia scolastica Giacomo Gasparotto i progetti relativi ai lavori di manutenzione straordinaria delle scuole superiori per la zona di Dolo e Mirano. Il costo dell’intervento è di 240mila euro, e riguarderà le coperture degli edifici e la sostituzione di serramenti.

"Continuano gli interventi pianificati per migliorare la qualità dei nostri plessi scolastici - ha commentato l'assessore Gasparotto - Assieme ai tecnici periodicamente monitoriamo le scuole di nostra competenza per poi definire gli interventi da portare a termine".

 

LUTTO NAZIONALE - Nella giornata di lutto nazionale per ricordare le vittime del terremoto che ha devastato e purtroppo continua a martoriare l'Emilia nelle province di Modena e Reggio, oggi anche Venezia ha manifestato la propria solidarietà con bandiere a mezz'asta sui palazzi istituzionali e un minuto di silenzio in tutte le scuole di ogni ordine e grado come deciso dal Consiglio dei ministri, che ha anche auspicato iniziative autonome da parte delle associazioni di categoria del commercio per la chiusura degli esercizi durante le esequie delle vittime e la modifica dei programmi televisivi nella giornata delle esequie.

 

TERREMOTI NEL VENEZIANO: LA CRONACA

- VENEZIA FRAGILE: "SESSANTA MILIONI PER RENDERLA SICURA"

- LA PAURA "CONTAGIA" I TURISTI: DISDETTE A JESOLO LIDO

- LA RELAZIONE SUI DANNI NELLE SCUOLE A VENEZIA E PROVINCIA

- CHIUSI BASILICA DI SAN BARNABA, UN ASILO E UNA MATERNA

- DUE SCOSSE E TANTA PAURA: LA DIRETTA DELLA GIORNATA

- 15 RICHIESTE DI INTERVENTO NELLE SCUOLE

- L'EDICOLANTE CUI E' CADUTA LA STATUA DAVANTI: "CHE PAURA" - VIDEO

- ANNULLATA LA MANIFESTAZIONE DELL'ANCI DEL 31 MAGGIO

- ANNULLATA LA BOHEME IN PROGRAMMA ALLA FENICE

- RETE WIFI DEL COMUNE APERTA A TUTTI

- CHIUSO IL PONTE DEL PREFETTO

- ORSONI: "LA CITTA' E' VICINA ALLE POPOLAZIONI DELL'EMILIA"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto a Venezia: ancora controlli nelle scuole, non si segnalano danni

VeneziaToday è in caricamento