rotate-mobile
Cronaca

Tolgono figlio alla coppia di genitori Tre assistenti prese a calci e pugni

Madre e padre della Riviera del Brenta martedì mattina hanno raggiunto il Municipio e si sono scagliati contro le donne, pronte alle denunce

Gli assistenti sociali notificano loro l'obbligo di allontanamento del figlio di quattro anni e scoppia un putiferio. Tanto che per riportare la situazione alla tranquillità devono intervenire vigili urbani e carabinieri. Accade, come riporta La Nuova Venezia, in un Comune della Riviera del Brenta, dove madre e padre martedì mattina hanno raggiunto il municipio del loro paese scagliandosi subito contro tre operatrici dei servizi sociali.

IL TEMPO DI ACCOMPAGNARE IL FIGLIO ALL'ASILO E LE RIPULISCONO L'AUTO

Il piccolo e la mamma, infatti, avevano vissuto in una casa alloggio per madri in difficoltà per due anni. Evidentemente al termine di questo periodo il Tribunale ha ritenuto che non ci fossero le condizioni per lasciare che il figlio venisse cresciuto dai propri genitori. Così la decisione di allontanarlo. La coppia, come ha dimostrato martedì, è convinta del contrario. Tanto da scardinare una porta del municipio e gettare un attaccapanni in direzione di una operatrice. Le altre due sono state invece spintonate.

Per calmare gli animi, come detto, sono dovute intervenire le forze dell'ordine e un assessore. Intanto le tre donne si erano barricate in uno stanzino chiudendo a chiave e chiedendo aiuto. Alla fine potrebbe essere presentata una denuncia. Il piccolo, invece, sarà portato in una struttura protetta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tolgono figlio alla coppia di genitori Tre assistenti prese a calci e pugni

VeneziaToday è in caricamento