menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei cartelloni dei bambini presenti al funerale

Uno dei cartelloni dei bambini presenti al funerale

Palloncini bianchi e blu in memoria del piccolo Tommy di Robegano

Stroncato dalla leucemia a soli 11 anni. I suoi funerali, sabato nella parrocchia del paese, tra bambini, bolle di sapone e striscioni

Palloncini bianchi e blu per ricordare il piccolo Tommy, stroncato a soli 11 anni da una terribile leucemia. Un funerale diverso dai soliti, quello di sabato nella parrocchia di Robegano di Salzano, tra bolle di sapone, cartelloni e compagni di scuola.

IL PARROCO. Tommaso Calzavara era un piccolo calciatore e tifoso della Juventus. Un anno fa, proprio grazie al calcio, la scoperta della malattia. I lividi lasciati dalle botte sul polpaccio avevano preoccupato i genitori che lo hanno portato a fare le analisi del sangue. "Il piccolo Tommy ha regito alla sofferenza in modo magistrale - sono le parole del parroco di Robegano, don Eraldo Modolo - con una fermezza da persona adulta. Ogni volta che lo vedevo aveva gli occhi luminosi e una grande carica di energia per combattere la sua battaglia".

I BAMBINI. C'erano quasi 500 persone in chiesa, accorse per dare un ultimo saluto a Tommaso. Tra di loro, tanti i bambini, i compagni della scuola media del paese, l'istituto San Pio X. Palloncini, bolle di sapone, striscioni e cori giovanili. Sulla bara, una maglietta della Juve, la maglia di Vidal, la sua grande passione.

Solo a marzo, nel giorno della festa del papà, il padre di Tommy aveva deciso di fargli un regalo e si era sottoposto a un trapianto di cellule staminali. Purtroppo non è bastato e Tommaso se n'è andato, la notte di Pasquetta, all'ospedale di Padova. Il piccolo è stato sepolto nel cimitero di Robegano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento