Due anni dal tornado che ha ferito la Riviera del Brenta: "Serve più formazione"

Audizione in Consiglio regionale dei rappresentanti dei Comuni di Pianiga, Mira e Dolo. Oltre che di "Serenissima Meteo": "Serve un nuovo modello di gestione degli eventi calamitosi"

“Dalla vicenda dolorosa del tornado di Dolo, Mira e Pianiga di due anni fa, ha preso forma in questi territori un impegno a tutto campo, tra amministratori ed esperti. L’audizione che si è tenuta giovedì in seconda Commissione ha raccolto molti spunti e suggerimenti importanti per dar vita a livello regionale a un nuovo modello di gestione degli eventi calamitosi temporaleschi”.

Lo affermano i consiglieri regionali Cristina Guarda (AMP) e Bruno Pigozzo (PD) al termine dell’audizione con i rappresentanti dei Comuni di Dolo, Pianiga e Mira e gli esperti di ‘Serenissima Meteo’, Marco Rabito, Alberto Gobbi, Valentina Abinanti e Davide Rosa.

“E’ stata messa in luce la necessità di un cambio di rotta su vari fronti. A partire da quello della implementazione della ricerca scientifica sui tornado al fine di perfezionare la prevedibilità e la preparazione organizzativa pre-evento. A questo si aggiunge l’urgenza di una attività formativa alla cittadinanza sui comportamenti da adottare per prevenire il più possibile danni alle persone. Infine è stata sottolineata l’esigenza di superare quei vulnus amministrativi e istituzionali che lasciano spesso soli gli amministratori e i cittadini all’indomani di queste catastrofi, soprattutto nell’utilizzo delle risorse che, anche una volta stanziate, vanno ad impigliarsi in procedure burocratiche costose, limitanti e complesse”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’incontro di oggi - concludono Guarda e Pigozzo - può rappresentare dunque l’inizio di un percorso che riteniamo vada intrapreso dalla Regione Veneto, per una maggiore tutela dei territori e di chi vi abita e produce”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Elezioni 2020, a Portogruaro sarà ballottaggio tra Santandrea e Favero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento