menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tour del "super direttore" Dal Ben negli ospedali: "Scommessa Dolo"

Capodanno "in trincea" per il dg di Ulss 12, 13 e 14. Incontro con medici e pazienti: "Tutte aziende sanitarie diverse, sarà una bella sfida"

Una visita agli ospedali del territorio, a Mestre,  Venezia, Dolo, Mirano e a Chioggia: è stato questo, in sintesi, il Capodanno del nuovo "super direttore generale" Giuseppe Dal Ben, dal 1 gennaio responsabile delle aziende sanitarie veneziana, chioggiotta, della Riviera del Brenta e del Miranese. Due i motivi particolari del sopralluogo: un occasione di verifica rispetto all'attività delle strutture, in particolare ai vari pronto soccorso e ai punti nascita, per capire quali problematiche (e quali liete notizie) hanno contrassegnato la notte dell'ultimo dell'anno; ma poi anche un primo sopralluogo alle strutture ospedaliere del Miranese e della Riviera.

Altra tappa della visita, a Mestre, è stata quella alla centrale operativa del 118, da dove si coordina tutta l'emergenza-urgenza sul territorio provinciale. Anche qui un saluto agli operatori, che si apprestavano a chiudere una notte di impegno intenso, e un momento di verifica insieme a loro. La novità principale, naturalmente, è la nomina di Dal Ben a direttore dell'Ulss 13, definito un incarico "che onora". 

"Mi si chiede di mettermi al servizio di una Ulss, quella di Mirano, certamente diversa da quelle di Venezia e di Chioggia, che già dirigo - ha dichiarato Dal Ben - Considero questa differenza come una ricchezza, e sono consapevole che anche l'Ulss di Mirano ha una storia importante dal punto di vista della sanità, fatta di specificità e di peculiarità. Mi propongo di lavorare proprio sviluppando queste caratteristiche e queste peculiarità, in modo rispettoso, trasformandole in servizi sanitari e in cure sempre migliori per i cittadini. Accolgo questa sfida, certamente impegnativa, a partire dall’esperienza degli scorsi anni, in cui ho lavorato contemporaneamente per le due aziende di Venezia e di Chioggia, e in cui i risultati, grazie al lavoro di tutti, sono stati positivi. I binari su cui camminerà il nostro lavoro sono quelli tracciati dal Piano sanitario regionale: sviluppo della sanità sul territorio, appropriatezza dei servizi e della cura, attenzione all’utente che va sempre considerato come una persona portatrice di necessità. Dentro in questo quadro comincia la mia e nostra avventura nell'Ulss 13. Conto sull'aiuto di tutti e sul dialogo come stile di lavoro. Spero di riuscire a fare apprezzare il lavoro che ci prepariamo a svolgere, al servizio del cittadino, senza dimenticare mai che dietro ad ogni richiesta di un utente che si rivolge all'azienda sanitaria c'è una persona bisognosa di assistenza e di cura". Dal direttore generale anche i complimenti alle mamme che hanno dato alla luce i primi bambini del 2016. Per quanto riguarda il Miranese il più veloce è stato Giacomo, che ha visto la luce alle 2.10 a Mirano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento