Cronaca

Maturità 2013, totoesame: caccia a tracce e temi della prima prova

Impazza il totoesame, gli studenti veneziani consumano mouse e tastiera alla ricerca dei temi per la prova d'italiano. Quali i più probabili?

Ultime ore di affanno e paura per gli studenti veneziani, che mercoledì mattina si troveranno faccia a faccia con le loro ansie. Il 19 giugno cominciano infatti gli esami di maturità, e ad aprire i giochi sarà come da copione la prova d'italiano. Per il tanto temuto tema, ovviamente, è già scattato il tototraccia, una rincorsa spasmodica a quali potrebbero essere i soggetti che il Miur ha deciso di mettere nelle buste per quest'anno. Tra il testo da analizzare, le possibilità per il tema argomentativo e gli spunti per quello d'attualità, i maturandi sono più che mai curiosi di sapere “di che morte morire”.

I COMMISSARI ESTERNI

ANALISI DEL TESTO - L'anno scorso il Ministero, per la traccia di analisi del testo, ha puntato su uno dei suoi autori prediletti - almeno a giudicare dalla frequenza con cui lo propone - ma sbalordendo tutti con il testo: del poeta Eugenio Montale ha sottoposto ai maturandi un brano di prosa. Quest'anno però potrebbe essere la volta dei grandi assenti. Secondo i calcoli di uno dei siti più consultati dai giovani - Studenti.it - mancano da almeno dieci anni Umberto Saba (2000), Cesare Pavese (2001), Salvatore Quasimodo (2002) e Luigi Pirandello (2003). Inutile dire che non si tratta proprio di pesi piuma (e, nel caso di Saba, siamo sicuri che qualche maturando stia già sudando freddo e sia corso verso il libro di testo per un veloce controllo). Ricorre anche il 700esimo anniversario dalla nascita di Giovanni Boccaccio e non è da escludere una delle sue novelle, forse per qualcuno una possibilità più gradita rispetto alle alternative.

LE MATERIE DELLA SECONDA PROVA

GLI ANNIVERSARI - Anche per quanto riguarda l'attualità c'è l'imbarazzo della scelta. Il 2013 è fitto di anniversari, dal 50esimo anno dalla morte di papa Giovanni XXIII e dalla tragedia del Vajont, al ricordo della strage di Nassiryia e dell'assassinio di John Fitzgerald Kennedy. Si sa, la morte e le catastrofi hanno sempre il loro appeal. Legati all'attualità sono anche il 30esimo anniversario dalla nascita del web, che potrebbe ispirare una riflessione su come questo strumento abbia condizionato la nostra vita, con risvolti sociali e politici, e l'istituzione dell'anno europeo contro lo spreco. Internet potrebbe essere un piacevole soggetto per i giovani, che però farebbero meglio ad assicurarsi un po' di preparazione in più rispetto a “siamo sempre su facebook”, mentre è bene ricordare che il Miur tende ad apprezzare particolarmente Le tracce “europeiste”. Il 300esimo anniversario dalla nascita di Denis Diderot, invece, potrebbe dare il la per il tema storico o filosofico, con la nascita dell'Illuminismo.

LE TRACCE DELLO SCORSO ANNO

IL TEMA DI ATTUALITÀ - Disorienta l'elenco dei fatti importanti del 2012, che sono stati davvero tanti. Per quanto riguarda l'Italia, per esempio, due terremoti, uno fisico quello dell'Emilia Romagna, e uno politico, quello della Regione Lazio. Oltre al territorio romano, comunque, questo è stato l'anno delle elezioni (fallite) e del boom (già rientrato) del Movimento 5 Stelle. Difficile dimenticare anche il cambio della guardia al Vaticano, con un papa che “lascia” per fare spazio al suo successore prima dell'ora fatidica. Ovviamente i maturandi più astuti si saranno già preparati sui precedenti storici (se credete che non ce ne siano correte a cercare su Wikipedia, mercoledì mattina sarà troppo tardi per farlo). Guardando all'estero, invece, il 2012 è stato l'anno della trasformazione della "Primavera araba" in guerra civile e della rielezione di Barack Obama alla Casa Bianca. Bisogna dire, però, che il ministero aveva già annunciato l'assenza di temi sulla Siria, quindi forse il medio oriente potrebbe essere il primo grande escluso dal tototracce. Non è ancora escluso, infine, che qualche addetto del Miur particolarmente “ispirato” dedichi spazio persino alla psicosi da fine del mondo: il 21 dicembre 2012 è passato e, a quanto sembra, siamo ancora qui a interrogarci sul nostro futuro, perché non ricamarci intorno un tema?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2013, totoesame: caccia a tracce e temi della prima prova

VeneziaToday è in caricamento