rotate-mobile
Cronaca Marghera

Giro di prova per il "siluro rosso", il tram è arrivato fino a Marghera

Con a bordo il sindaco Orsoni e numerosi esponenti dell'amministrazione il convoglio è stato trainato attraverso il sottopasso fino al Panorama

Il tram a Marghera è realtà: giovedì pomeriggio, infatti, con un mese di anticipo rispetto al cronoprogramma e per la prima volta in orario diurno (era stata fatta una prova notturna nei giorni scorsi) il mezzo, partito dalla stazione di Mestre e trainato da uno speciale trattore, ha percorso il sottopasso ferroviario e le vie di Marghera sino a giungere al capolinea del Panorama. Come passeggeri di questa prima corsa, che è anche servita per testare il percorso e le sagome, il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, il vicesindaco, Sandro Simionato, l'assessore comunale alla Viabilità e Trasporti, Ugo Bergamo, il presidente del Consiglio comunale, Roberto Turetta, il direttore generale, Marco Agostini, i presidenti delle Municipalità di Mestre Carpenedo, Massimo Venturini e di Marghera, Flavio Dal Corso, il presidente di Pmv, Antonio Stifanelli, alcuni consiglieri comunali.

IL FILMATO DEL TRAM A MARGHERA

I COMMENTI - “Vediamo circolare il tram per le vie di Marghera – ha ricordato il sindaco – con un mese di anticipo rispetto a quello che ci aspettavamo. Di questo sono molto grato per l'impegno che Pmv, il suo presidente e tutto lo staff hanno profuso. E' il segno tangibile del fatto che in questo mezzo di trasporto l'amministrazione comunale ci crede, poiché è un'opera di modernizzazione della città e di ausilio a tutti i cittadini per una migliore vivibilità”. Orsoni ha quindi evidenziato che anche su piazzale Roma, interessato in questo periodo dai lavori per la realizzazione della stazione del tram, i tempi sono rispettati. “Ci immaginiamo – ha concluso – che a fine anno cominceremo a vedere i risultati di questo impegno veramente straordinario”.

Il tram arriva a Marghera con un mese di anticipo

VERSO VENEZIA - “Questa mattina - ha raccontato ai cronisti Stifanelli – abbiamo portato il tram per il normale percorso da Via Monte Celo alla stazione e da qui, con il supporto di un trattore, al sottopasso. Dopo questa prova di trascinamento fino a Marghera – ha proseguito - verranno avviati i lavori per la costruzione della scala mobile e dei due ascensori, cioè delle opere per rendere funzionale la stazione, situata appunto nel sottopasso”. Il presidente di Pmv ha assicurato che i tempi per il completamento del percorso sono in linea con il cronoprogramma e dovrebbero terminare tra la fine di novembre e i primi giorni di dicembre. L'opera sarà quindi consegnata alla Commissione di sicurezza per il periodo di pre-esercizio che valuterà il percorso, con particolare attenzione per il sottopasso, unico in Italia per questa tipologia di mezzo. “Nel frattempo – ha proseguito Stifanelli – continuano i lavori sul Cavalcavia di San Giuliano che devono assolutamente terminare, come pure quelli di Piazzale Roma, entro ottobre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di prova per il "siluro rosso", il tram è arrivato fino a Marghera

VeneziaToday è in caricamento