menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo le tensioni il prefetto annuncia: "Via altri profughi dalla base di Conetta"

Previsti dieci trasferimenti dalla ex base militare ad altre destinazioni: si aggiungono ai 14 già avvenuti nei giorni scorsi. Restano comunque centinaia di persone

Si cerca di alleggerire il centro di accoglienza di Conetta, prima che il sovraffollamento porti ad altre tensioni. Lo annuncia la prefettura di Venezia giovedì, giorno successivo agli scontri andati in scena alle porte della ex base militare (DETTAGLI): "Per alleggerire l'elevato numero di ospiti presenti nell'ex caserma di Cona - si legge in una nota - anche nella giornata odierna è stato predisposto il trasferimento di ulteriori migranti in altre strutture temporanee di accoglienza della provincia di Venezia".

Si tratta di dieci cittadini stranieri, che si aggiungono ai 14 migranti trasferiti martedì scorso. "Salgono a 143 i richiedenti asilo che dal mese di gennaio ad oggi hanno potuto trovare accoglienza in strutture di minori dimensioni - precisa il prefetto - sulla base della disponibilità dei posti offerti dagli enti gestori che collaborano con la prefettura, ai quali lo scorso 9 maggio, nel corso di un apposito incontro, era stato richiesto di reperire ulteriori sistemazioni alloggiative.

"Oltre alla prossima pubblicazione di un bando di gara a livello comunitario per la struttura di Cona - conclude la nota - saranno richiesti circa 600 nuovi posti sul territorio dei comuni nei quali non sono attualmente ospitati migranti, ovvero in quelli che non hanno raggiunto presenze per almeno il 50 % della quota spettante" secondo il criterio demografico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento