menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporti pubblici, la battaglia di Actv contro la Regione continua

Presidente dell'azienda di trasporti pubblici Panettoni: "Il Consiglio di Stato non ha dato ragione alla Regione, chiediamo soldi che ci spettano"

"Il Consiglio di Stato non ha rigettato il ricorso delle aziende del trasporto pubblico locale ma - ben diverso - l'ha dichiarato inammissibile. Ha inoltre indicato chiaramente la strada da percorre per chiedere direttamente alla Regione il riconoscimento delle compensazioni sulla base dei servizi minimi storici". Così il Presidente di Actv Marcello Panettoni, in merito all'annunciata vittoria del ricorso della Regione Veneto al Consiglio di Stato.

"Si tratta di una sentenza "storica" per il settore del trasporto pubblico locale Veneto - rileva - perché si riconosce definitivamente il diritto delle aziende e degli enti affidanti a ottenere dalla Regione Veneto le risorse finanziarie corrispondenti ai costi sostenuti per onorare i contratti di servizio per i servizi minimi". Un obbligo, che, sottolinea, "non potrà un alcun modo essere disatteso dalla Regione adducendo il pretesto dei tagli a livello nazionale. Il Consiglio di Stato ha quindi sostanzialmente riconosciuto che la Regione debba pagare con i prossimi assestamenti di bilancio le somme per i servizi già svolti che erano stati ridotti solo parzialmente nella seconda parte dell'anno visto che la delibera era stata pubblicata nella tarda primavera dopo che la gran parte dei servizi era già stata erogata".

Per Panettoni, il Consiglio di Stato "ha inoltre indicato le azioni da intraprendere per ottenere tale rimborso: per questo Actv e tutte le aziende Venete hanno deciso di avviare immediatamente ogni iniziativa necessaria presso le autorità giudiziarie competenti per ottenere ciò che spetta loro di diritto".

Sulla stessa linea Nicola Mazzonetto, direttore di Conservizi Veneto, secondo il quale "le aziende di trasporto locale continueranno la loro battaglia contro la Regione Veneto". Per Mazzonetto "gli annunci trionfalistici della regione e dell'assessore Chisso alla sentenza del Consiglio di stato sono uno schiaffo alle aziende, ai lavoratori e a milioni di pendolari". (ANSA)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento