rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Un treno si guasta sul ponte della Libertà, corse bloccate per due ore

Secondo i tanti pendolari furibondi i tagli ai servizi hanno reso impossibile affrontare queste situazioni, un tempo c'erano i carrelli d'emergenza

Ennesima mattinata di passione per i pendolari del Veneziano, che giovedì mattina tra le stazioni di Mestre e Santa Lucia hanno assistito impotenti ad una nuova raffica di ritardi che ha coinvolto decine di treni per circa due ore. La causa dei disagi sembra essere stato un convoglio guasto fermo sui binari del ponte della Libertà, ma c'è chi punta i dito sulla scarsa capacità di intervento delle ferrovie.

TUTTO BLOCCATO – Il treno “incriminato”, come riporta il Gazzettino, sarebbe stato quello delle 7:57 per Belluno, fermatosi proprio sui binari di scambio e bloccando così la circolazione di tutti gli altri convogli. Il Freccia Bianca per Milano delle 8.02 viene annunciato con 60 minuti di ritardo, verrà poi fatto tornare a Venezia, finendo in coda a tutti gli altri treni in partenza e alla fine della fiera partirà verso il capoluogo lombardo solo alle 9.48, con quasi due ore di ritardo. L'Eurostar delle 8.32 riesce invece a partire in orario, ma per l'Alta Velocità delle 8.22 si segnano invece 50 minuti di ritardo. Innumerevoli poi i problemi per i regionali in arrivo da Udine e Vicenza. Il treno per Belluno verrà definitivamente soppresso per guasto solo alle 8.50. Intanto i pendolari infuriati dicono la loro e commentano le scarse risorse di Fs: una volta, afferma qualcuno in attesa al binario, i carrelli di pronto intervento di Mestre e Venezia avrebbero liberato le rotaie in pochi minuti, oggi con i tagli al servizio non si può fare altro che aspettare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un treno si guasta sul ponte della Libertà, corse bloccate per due ore

VeneziaToday è in caricamento