Cronaca Mestre Centro

"Il treno della salute" ferma a Mestre, 3 giorni di controlli sanitari gratuiti e informazione

Un convoglio che ha l'obiettivo di diffondere la prevenzione attraverso tutto il Veneto, offrendo attività didattiche per i bambini e un'opera di sensibilizzazione utile a tutti i cittadini

Da domenica 3 dicembre, fino a martedì 5, fa tappa in stazione a Venezia Mestre (binario 1 giardino) "Il treno della salute", che fino all’8 dicembre stazionerà in tutti i capoluoghi di provincia del Veneto per portare nelle stazioni ferroviarie attività di sensibilizzazione per tutti e laboratori didattici per i bambini sul tema della salute.

Nelle stazioni, luogo di transito per i pendolari e spesso di accoglienza per persone bisognose ma invisibili, l’iniziativa vuole portare l’attenzione dei cittadini del Veneto sul diritto alla salute per tutti, sia in Italia che in Africa. La collaborazione tra Regione Veneto e Medici con l’Africa Cuamm è di lunga data e ha portato, in seguito all’epidemia di Ebola in Sierra Leone, all’invio di un laboratorio attrezzato per le analisi mediche a Pujehun, dove il Cuamm opera. Sul solco di questo sostegno alla Sierra Leone, che ancora oggi continua, il treno della salute creerà un ponte tra Italia e Africa, ma sarà anche uno spazio di informazione e di consulenza aperto ai cittadini. Per essere vicini a chi ha bisogno, sia in Italia che in Africa.

Dopo le tappe di Padova, Vicenza e Verona, Rovigo e Belluno il convoglio da Mestre si sposterà a Treviso, per l’ultima tappa del treno. Gli orari di apertura vanno dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 19.00. Domenica dalle 9.00 alle 14.00

CONTROLLI SANITARI GRATUITI PER GLI ADULTI

Per gli adulti è previsto un percorso di screening gratuito insieme al Dipartimento di Prevenzione del Veneto e all’associazione Amici del Cuore. Si potranno misurare peso, altezza e indice di massa corporea, pressione, colesterolo e glicemia, oltre alla possibilità di fare un elettrocardiogramma e valutare il proprio stile di vita.

Dopo la prima fase di valutazione, si potranno ricevere informazioni personalizzate e risposte a tutte le domande su un corretto stile di vita.

Grazie al Dipartimento di Prevenzione del Veneto, saranno garantite attività di sensibilizzazione e informazione sullo screening oncologico, lotta alla sedentarietà, consulenza nutrizionale e interventi di primo livello per il trattamento del tabagismo.

LABORATORI PER LE SCUOLE

A bordo del treno, i bambini delle classi terze della scuola primaria potranno accedere a laboratori didattici, insieme alla propria classe. Un’occasione per imparare giocando cos’è la prevenzione e quali sono gli stili di vita sani e corretti per crescere in salute e armonia. I laboratori proposti sono:

>         laboratorio sull’attività motoria MuoverSì

>         laboratorio scientifico sull’alimentazione

>         cartoni animati “Raccontiamo la salute con 5A”

UNA STORIA CON L’AFRICA

È il titolo del concorso di fumetti per i bambini delle classi terze delle scuole primarie del Veneto. Ogni classe proporrà una storia a fumetti che narri di un mondo fantastico guidato dai bambini, dove saranno loro a proporre soluzioni creative per contribuire a risolvere i problemi reali che si incontrano in Africa.

TANTI PARTENER, PER IL DIRITTO ALLA SALUTE

“Il Treno della Salute” è un’iniziativa organizzata da Medici con l’Africa Cuamm in collaborazione con i Ferrovieri con l’Africa, le Ulss del Veneto, la Direzione Prevenzione - Sicurezza Alimentare - Veterinaria del Veneto e Caritas Veneto, con il sostegno di Regione Veneto e Trenitalia Veneto e con il contributo di Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo e MUSME (Museo di Storia della Medicina di Padova).

MEDICI CON L’AFRICA CUAMM

Nata nel 1950, Medici con l’Africa Cuamm è la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane. Realizza progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo, intervenendo con questo approccio, anche in situazioni di emergenza, per garantire servizi di qualità accessibili a tutti. Oggi Medici con l’Africa Cuamm è impegnato in 7 paesi dell’Africa sub-Sahariana(Angola, Etiopia, Mozambico, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania, Uganda) con oltre 1.600 operatori sia europei che africani; appoggia 19 ospedali, 45distretti (per attività di sanità pubblica, assistenza materno-infantile, lotta all’Aids, tubercolosi e malaria, formazione), 3 scuole infermieri e 1 università (in Mozambico).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il treno della salute" ferma a Mestre, 3 giorni di controlli sanitari gratuiti e informazione

VeneziaToday è in caricamento