Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Fondamenta Santa Lucia

Frecciargento in ritardo di 2 minuti, Moretti s'infuria: scattano le indagini

L'ad delle Fs ieri pomeriggio si trovava a Venezia. Il treno che l'avrebbe riportato a Roma, però, ha lasciato la stazione 120 secondi fuori tabella di marcia, e il manager si sarebbe arrabbiato

Due minuti di ritardo, peraltro già recuperati alla stazione di Padova, e l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti s'infuria. Devono essere tremate le gambe al personale dello scalo di Venezia Santa Lucia ieri pomeriggio poco prima della 17.30. Il Frecciargento 9447 che doveva riportare il manager a Roma, infatti, è partito dalla città lagunare alle 17.29 al posto delle 17.27, ed è subito scattata la telefonata ai dirigenti territoriali del gruppo, che hanno aviato una serie di verifiche interne.

L'ad era in città per delle visite personali. Da questa richiesta di spiegazioni, com'è facile immaginare, è nato un "putiferio" di chiamate che hanno occupato gran parte del tardo pomeriggio, in un intrico di comunicazioni tra dirigenti, tecnici, cabina di comando di Venezia e il centro Coer di Mestre, che "comanda" il traffico di tutto il Nordest. Verifiche su tabulati e registri informatici, con annessa alla fine dettagliata relazione finale.


Il ritardo di due minuti era causato dal prolungarsi delle operazioni di salita a bordo dei passeggeri di un regionale diretto a Ferrara delle 17.23, che poi a catena ha determinato il disservizio di 120 secondi al Frecciargento. Non è difficile immaginare la reazione dei pendolari rispetto a questa storia, alle prese spesso con ritardi ben superiori a un paio di minuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frecciargento in ritardo di 2 minuti, Moretti s'infuria: scattano le indagini

VeneziaToday è in caricamento