Cronaca Caposile

Tromba d'aria a Musile: gara di solidarietà per la sagra distrutta

Il sindaco Gianluca Forcolin indice una raccolta fondi tra i cittadini per permettere al comitato di Caposile di riacquistare tendone e strutture andate distrutte dal ciclone di venerdì scorso

Si è scatenata in una piccola area, ma in quelle poche centinaia di metri è stata devastante. La tromba d'aria che venerdì sera, verso le 20, si è abbattuta su Musile di Piave ha distrutto completamente le strutture della sagra locale. Capannone e suppellettili fuori uso, tantevvero che domenica a Caposile era aperto solo il banco della pesca di beneficenza. Un duro colpo per la parrocchia. Alla manifestazione, infatti, era molto legato lo storico parroco della località, don Armando Durighetto, deceduto lo scorso anno.

Festa naturalmente annullata. Il comune di Musile di Piave oggi invierà a Roma la richiesta di introdurre i danni subiti tra quelli causati da calamità naturali. In questo modo i privati potranno accedere ai risarcimenti, compresa la parrocchia organizzatrice della sagra. Per aiutare il comitato promotore il sindaco Gianluca Forcolin si è fatto promotore di una raccolta fondi tra i cittadini. Una gara di solidarietà che ha l'obiettivo di far sì che il prossimo anno la sagra potrà contare su nuove strutture e riaprire i battenti per tutti i musilensi.


Al momento del ciclone, venerdì sera, era il giorno della "vigilia" per la manifestazione. Sul posto si trovavano solo due volontari. Rimasti illesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tromba d'aria a Musile: gara di solidarietà per la sagra distrutta

VeneziaToday è in caricamento