Tromba d'aria a Venezia, dal Comune arriva la richiesta di "stato di crisi"

Durante la riunione di Giunta è stato chiesto al presidente del Veneto Luca Zaia di approvare lo stato di crisi per avversità metereologiche e di inoltrare al premier Monti lo "stato di emergenza"

Il ciclone che si è abbattuto su Venezia. Foto di Giuliano Nardin (https://4giul.wordpress.com/)

Riunione di Giunta quest'oggi a Ca' Farsetti per decidere la strategia attraverso cui venire incontro ai cittadini e le aziende devastate dalla tromba d'aria di martedì scorso. Durante l'assemblea è stato deciso lo stanziamento di circa 50mila euro per le operazioni più urgenti di salvaguardia del territorio. Pochi soldi trovati tra le "scorte" di bilancio. Serviranno per liberare le strade dai migliaia di tronchi abbattuti dalla furia del vento. Nei prossimi giorni con ogni probabilità verranno stanziate altre risorse, ben più corpose.

- L'AGRICOLTURA A SANT'ERASMO E' IN GINOCCHIO

- OLTRE SEI MILIONI DI EURO DI DANNI, DA ROMA NESSUN AIUTO?

- LA PAURA ARRIVA DAL CIELO: LA CRONACA DEL TORNADO

In contemporanea è stato chiesto al presidente della Regione Luca Zaia di decretare lo "stato di crisi per eccezionale avversità atmosferica", per poter accedere ai contributi accantonati per questo motivo da Palazzo Balbi. Così si dovrebbero trovare delle risorse per venire incontro alle ditte agricole e remiere che si sono viste distruggere in pochi minuti la propria attività. Un'altra "incombenza" è stata inoltrata al governatore Zaia: quella di richiedere lo "stato di emergenza" alla presidenza del Consiglio dei ministri, nonostante serpeggi un certo pessimismo riguardo gli aiuti che potrebbero arrivare da Roma. Ca' Farsetti, infatti, è ancora in attesa delle risorse promesse dopo il tornado che scoperchiò il palasport di Pellestrina e alcune case. In ogni caso quanto deliberato dalla Giunta costituisce un passaggio obbligato per cercare di capire se ci siano fondi disponibili cui poter attingere.


Nella giornata di oggi dovrebbe arrivare anche la stima definitiva dell'importo dei danni tra Sant'Elena, Sant'Erasmo, la Certosa e tutte le altre terre lagunari colpite dal ciclone. Già ora si parla di cifre superiori ai sei milioni di euro, di cui quattro solamente all'agricoltura, con cinque aziende dell'isola di Sant'Erasmo in condizioni critiche. Per quanto riguarda le strutture non assicurate, come le serre mobili, l'Avepa, Agenzia Veneta per i pagamenti in agricoltura, ha indicato come gravemente danneggiate sette imprese tra Venezia e il litorale, inoltrando la richiesta al ministero dell'Agricoltura di poter accedere al Fondo di solidarietà nato proprio per lenire le conseguenze di questo tipo di avversità metereologiche.

- IL TORNADO NON FA SCONTI A NESSUNO: LA CONTA DEI DANNI

- SINDACO ORSONI: "STANZIEREMO FONDI PER LE SITUAZIONI PIU' GRAVI"

- ANTONVENETA: STANZIATI 20 MILIONI PER SOSTENERE FAMIGLIE E IMPRESE

- TROMBA D'ARIA A SANT'ERASMO: AGRICOLTORI IN GINOCCHIO

- TROMBA D'ARIA: I DANNI SULL'ISOLA DI SAN SERVOLO

- I DANNI ALLO STADIO PENZO A SANT'ELENA: L'UNIONE VENEZIA MIGRA A PORTOGRUARO

 

TROMBA D'ARIA A VENEZIA: VIDEO 1

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

TROMBA D'ARIA A VENEZIA: VIDEO 2

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

TROMBA D'ARIA A VENEZIA: VIDEO 3

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento