rotate-mobile
Cronaca

Basta foto ai piloti Actv mentre lavorano. Arrivano i vetri oscurati

Ogni giorno salgono sui vaporetti migliaia di turisti con le loro macchine fotografiche. Il personale si ribella: "basta essere messi alla pubblica gogna"

Basta foto, vogliamo lavorare in pace. Sembrano dire questo i piloti dei vaporetti Actv di Venezia.

L'ufficio legale della Cisl infatti, come riportato da La Nuova Venezia, vuole mettere un freno ai continui scatti di turisti e non contro chi deve svolgere il proprio lavoro in acqua. Consapevoli che è impossibile impedire di scattare foto a cittadini e persone di passaggio, i dipendenti vogliono trovare una soluzione a ciò che ritengono essere una "pubblica gogna". Mentre alcune volte capita che lo scatto colga il personale in atteggiamento non prettamente professionale, il più delle volte si tratta solo di foto che non denunciano nessun fatto particolare ma che, messe in rete, scatenano comunque commenti sgradelvoli nei confronti dei piloti.

È proprio questo il motivo che sta spingendo l'ufficio legale della Cisl a valutare se ci sono gli estremi per denunciare una persona che su facebook ha pubblicato la foto di un pilota diventato poi bersaglio di commenti poco gradevoli anche per com'era vestito. Per ovviare a tali problemi però si sta valutando la possibilità di installare dei vetri oscurati nella cabina, in modo tale che i piloti possano guardare all'esterno ma non possano essere visti dai passeggeri e dalle loro foto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basta foto ai piloti Actv mentre lavorano. Arrivano i vetri oscurati

VeneziaToday è in caricamento