Noale tira un sospiro di sollievo: ritrovata la 15enne scomparsa

Le ricerche si sono chiuse nella tarda mattinata di domenica, quando la giovane, che mancava da casa da due notti, è stata individuata in strada

Piazza Castello a Noale

E' stata ritrovata la ragazzina di 15 anni che per due notti ha fatto preoccupare non poco i propri genitori, oltre che sua sorella. C'era tanta apprensione a Noale per le sorti dell'adolescente, che dalla serata di venerdì non dava più notizie di sé. I carabinieri fin da quando è stata presentata denuncia da parte dei parenti nutrivano fondati sospetti sul fatto che l'adolescente non si fosse allontanata dalla città dei Tempesta: per questo per tutta la giornata di sabato e domenica mattina si sono strette le maglie dei controlli sui mezzi pubblici e su eventuali luoghi di ritrovo del paese. Finché la quindicenne non è stata intravista per strada, nella zona della ferrovia. Da sola.

I genitori hanno quindi potuto tirare un sospiro di sollievo domenica mattina: la quindicenne sarebbe in buone condizioni di salute e avrebbe passato le due notti di "latitanza" da sola e all'aperto, decidendo quindi di allontanarsi temporaneamente dalla propria famiglia. I motivi naturalmente in questo caso passano in secondo piano: l'importante è che la giovane stia bene, dopo che subito in paese si era sparsa la voce della sua scomparsa. In tanti hanno chiesto informazioni e in tanti erano pronti a dare una mano alla pur numerosa e organizzata macchina delle ricerche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre ai carabinieri, infatti, domenica erano stati allertati anche gli uomini dei vigili del fuoco e della protezione civile. Ma per fortuna la vicenda si è conclusa presto, come già sabato nel tardo pomeriggio ipotizzavano le forze dell'ordine. L'allarme, poi rientrato, è stato lanciato nel momento in cui i genitori hanno avuto la sicurezza che la loro figlia non si era presentata a scuola, dopo che non era tornata a casa per passare la notte tra venerdì e sabato. La speranza era che comunque al suono della campanella si sarebbe fatta trovare al proprio banco, ma così non è stato. A quel punto la madre e il padre hanno deciso di presentare denuncia di scomparsa, con il cuore in gola. Più di 24 ore di apprensione, dopodiché tutto si è concluso con un abbraccio. Alla base a quanto pare un possibile rapporto difficile con la scuola. La giovane è stata rifocillata in caserma, dopodiché la madre l'ha raggiunta è l'ha portata a casa. Nonostante la giovane fosse infreddolita, non ha avuto necessità di cure mediche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento