rotate-mobile
Cronaca Chirignago / Via Asseggiano

Trovato con eroina e metadone si difende: "E' solo un sonnifero"

La polizia municipale di Venezia ha arrestato ieri un marocchino in via asseggiano. Il magrebino, trattenuto nei locali di sicurezza, sarà ora processato per direttissima

Dichiara che è una medicina per dormire ma in realtà è eroina e metadone. Ha provato a difendersi così A. I. T., sedicente cittadino magrebino, tratto ieri mattina in arresto dagli uomini del Nucleo di Polizia giudiziaria della Polizia municipale. 
 
Durante un servizio di routine in abiti borghesi hanno deciso di fare un controllo in un edificio abbandonato di via Asseggiano, luogo abituale di ricovero notturno per sbandati. Qui veniva trovato a dormire un uomo di colore, con accanto un tavolo con appoggiate sopra alcune stagnole usate per inalare i vapori di eroina, Un più accurato controllo evidenziava una scatola di sigarette con una presunta sostanza stupefacente all'interno e una boccetta contenente un liquido che il magrebino asseriva essere un sonnifero.
 
Un rapido controllo al narcotest, effettuato negli uffici del Servizio Sicurezza Urbana, identificava la sostanza come eroina (3 grammi in sasso) e il liquido contenuto nella boccetta come metadone, un oppiaceo sintetico e non certo un sonnifero. Eseguiti i rilievi dattiloscopici, l'uomo veniva tratto in arresto. Risultava anche essere già condannato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (condanna a 1 anno e 4 mesi) nonché per porto d'armi e oggetti atti ad offendere.

 
Il magrebino, trattenuto nei locali di sicurezza della Polizia giudiziaria, sarà ora processato per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato con eroina e metadone si difende: "E' solo un sonnifero"

VeneziaToday è in caricamento