Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

Il dramma martedì pomeriggio. Indagini dei carabinieri, la procura ha disposto l'autopsia

Un ragazzino di 17 anni è stato trovato morto martedì pomeriggio all'interno di un appartamento in centro a San Donà. A fare la drammatica scoperta è stato un amico, che lo aveva ospitato per la notte. La procura ha disposto l'autopsia, che chiarirà le cause del decesso che, dalle prime verifiche, sembra possa essere legato all'assunzione di psicofarmaci. 

La sera prima

Il giovane, nato in Italia da genitori di origini marocchine, viveva a Torre di Mosto, ma lunedì sera si sarebbe recato da un conoscente a San Donà. I due avrebbero trascorso la serata insieme e poi sarebbero andati a dormire. Quanto accaduto in quelle ore è al vaglio dei carabinieri, che sentiranno l'amico del 17enne per comprendere come siano andate le cose. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini 

Solo nel pomeriggio di martedì, dopo le 14, il conoscente si sarebbe accorto che il 17enne era morto. A quel punto ha lanciato l'allarme, ma non c'era più nulla da fare. Nello zaino del minorenne sono state trovate delle scatole di psicofarmaci, da qui l'ipotesi di una sospetta overdose. Gli investigatori tendono ad escludere che il giovane avesse l'intenzione di suicidarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento